I giovani rinnovano la tradizione

la festa patronale si svolgerà come da tradizione dal 04 al 06 luglio 2015

Santa Domenica di Ricadi si prepara a festeggiare la sua patrona

Santa Domenica
Santa Domenica

Con gioia tutta la comunità di Santa Domenica di Ricadi si prepara a festeggiare anche quest’anno la sua patrona. Tenuta in vita da tantissime generazioni di fedeli, la festa patronale si svolgerà come da tradizione nelle tre giornate del 04, 05 e 06 luglio 2015. A organizzare in ogni minimo dettaglio la manifestazione, questa volta si è adoperato un Comitato Festa alquanto sinergico e che richiama soprattutto il tema della gioventù attiva; i sette componenti che fanno capo al team, infatti, sono tutti accomunati dall’essere giovani under trenta e dal possedere un sincero sentimento di appartenenza verso la comunità in cui vivono. Ad anticipare l’avvio ufficiale dei festeggiamenti ci sarà la consueta Novena in onore della Vergine e Martire Santa Domenica; introdotta come tutti gli anni dalla Discesa della Statua presso la Chiesa Madre in data 26 giugno.
Prevista per le ore 19:00, la discesa della statua sarà seguita dalla Santa Messa e dagli spari che sanciranno l’avvio della Novena.
Il ciclo di preghiere della Novena si svolgerà esattamente a partire dal 27 giugno fino alla data del 05 luglio, nella vigilia del martirio di Santa Domenica.
In particolare, alle ore 18:30 di ognuno dei nove giorni, presso la Chiesa Madre, saranno celebrate le seguenti funzioni liturgiche: Santo Rosario, Novena, catechesi sulla Fede e Santa Messa.
Ricco di attrattive e molte novità, sarà il programma civile della Festa; alle ore 17:00 del 04 luglio si svolgeranno in Piazza Roma molteplici giochi popolari per grandi e piccini tra cui la corsa con i sacchi, la corsa con l’uovo nel cucchiaio, il tiro alla fune e l’antico gioco delle Pignatte. La serata proseguirà alle ore 19:00 con gli incanti dei doni votivi, mentre alle ore 22:00 si esibirà in concerto il gruppo etno-popolare degli Officina Kalabra. Non meno speciale è il programma previsto per la giornata del 05 luglio; alle ore 17:00 si terranno nella piazza principale numerosi giochi e tanta animazione per bambini. La vigilia della festa si concluderà poi alle ore 22:00 con il concerto della “Molleggiato Band” – Cover Band di Adriano Celentano.
Tanto atteso sarà anche il programma civile e religioso della festa del 06 luglio: alle ore 08:00 il Parroco don Carmelo Furchì celebrerà presso la Chiesa Madre la Santa Messa. Successivamente, alle ore 10:30, avrà inizio la Solenne concelebrazione Eucaristica, allietata dal coro parrocchiale “Iubilate Deo” e presieduta dal novello Sacerdote don Michele De Vita. A partire dalle ore 18:00, invece, si terrà la Solenne Processione per le vie del paese con la partecipazione della Confraternita siciliana di Tremestieri e della Confraternita locale “Maria S.S. delle Grazie e delle Anime Sante del Purgatorio”. A conclusione della processione sarà prevista, inoltre, la significativa benedizione con la reliquia alla presenza di tutti i fedeli. Alle ore 22:00 si esibirà poi il famoso e bravissimo cantautore Giuseppe Povia, nell’ambito del Tour 2015 – “Siamo Italiani”. Come se non bastasse, nel pomeriggio del 7 luglio, presso il campetto parrocchiale, l’artista milanese disputerà quasi certamente una partita di calcetto insieme ai numerosi giovani della frazione. I festeggiamenti si concluderanno alle ore 24:00 con il ballo folkloristico “Du Camiuzzu i Focu” e con uno spettacolo pirotecnico che sarà realizzato dalla Ditta “Rosaria Calvetta Eredi” di Soriano Calabro. A ballare il ballo “Du Camiuzzu i Focu” quest’anno sarà Antonio Di Costa “u Gigantaru”, giovane del paese e componente del Comitato Festa 2015. Inoltre, durante i primi due giorni di festa ci saranno i Giganti di Santa Domenica di Ricadi ad animare le vie del paese al ritmo di rullanti e grancassa, mentre nella giornata del 06 luglio presterà servizio il complesso Bandistico “Città di Zaccanopoli”. Ciò che ha maggiormente stimolato i giovani del Comitato Festa a mettersi in gioco sono stati due preziosi sentimenti: in primis una forte devozione per la patrona Santa Domenica, ma anche il reale bisogno di garantire la continuità di una tradizione che rimane tra le più note del circondario. Parole di soddisfazione sono state espresse da Michele Dicosta, capogruppo del team organizzativo: «In qualità di Presidente del Comitato Festa 2015 – dichiara il giovane capogruppo – mi sento di dire che i giovani sono presenti nella comunità di Santa Domenica di Ricadi». – «In tal senso – prosegue il giovane – ritengo che l’impegno profuso nel garantire tale manifestazione metta in netta evidenza questo aspetto» – «Vorremmo ringraziare in particolare il nostro parroco don Carmelo Furchì e tutti coloro che hanno creduto in noi accogliendoci a braccia aperte nelle loro case». – «Tale esperienza – afferma in conclusione il Presidente Michele Dicosta – ci ha permesso tra l’altro di raggiungere e conoscere varie zone del paese a noi poco note vista la nostra giovane età». I membri del Comitato ringraziano infine tutte le attività commerciali del paese e dei centri limitrofi che hanno dato il proprio sostegno all’iniziativa.

Condividi l'articolo