I lavoratori della Italcementi hanno deciso di scendere dal silos

Da comunicato stampa

“Rispetto la loro decisione di scendere dal silo» questo è quanto dichiara la parlamentare Dalila Nesci

Patania, Censore, Nesci, Giamborino - foto libertino
Patania, Censore, Nesci, Giamborino – foto libertino

«Voglio essere realista, ancora non c’è niente di concreto per i lavoratori ma rispetto la loro decisione di scendere dal silo». Lo afferma la deputata Cinque Stelle Dalila Nesci, a margine della conferenza stampa in cui gli operai Italcementi di Vibo Valentia hanno annunciato la fine della loro lunga protesta in cima alla fabbrica.
La parlamentare aggiunge: «Registro delle convergenze politiche, ma finché non vedrò fatti concreti non mi sbilancerò in alcun modo, continuando nell’impegno, nel dialogo e nel coinvolgimento del governo».
Nesci riferisce: «Ai lavoratori ho detto che possono sempre contare su di me. Ho raccontato che la mia candidatura nacque dalla sfiducia verso la politica, che può comunque dare degli esempi positivi. Auspico che in questa vicenda si passi dalle parole alle azioni».
La deputata Cinque Stelle sottolinea d’aver ribadito l’esigenza «che Nomisma consegni lo studio di fattibilità entro il primo settembre prossimo, per consentire alla politica di preparare rapidamente tutti gli interventi del caso». «Ancora una volta – continua la parlamentare – ho insistito sui fondi europei, che vanno usati nella legge per creare nuova occupazione, sia per i lavoratori Italcementi che per l’intero comprensorio».
Nesci conclude: «Ho il dovere di lavorare perché tutto il Vibonese inizi a uscire dalla crisi, dalla disoccupazione, dalla mancanza di prospettive. L’obiettivo è prioritario e mi vedrà sempre in prima linea insieme a chi vuole, senza interessi, il bene comune».

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino

Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.