24 giugno 2017 - Sito indipendente dal 1994


Letto
669 volte


I Maia avevano ragione

Copertina Dicembre 2012Questo numero potrebbe essere l’ultimo. Lo scrivo subito e senza giri di parole, perché la prima lezione di giornalismo che ricevetti fu: la notizia prima di tutto.
È difficile da scrivere, ma il dovere mi chiama. Le copie del mensile che vendiamo non sono poche, se rapportate al territorio e confrontate con altre realtà editoriali simili. La crisi economica, del resto, pesa sempre e solo sulle tasche dell’editore, che si accolla da anni il passivo di una gestione sostenuta a volte solo a promesse dagli sponsor. L’era digitale avanza, il nostro sito continuerà ad esistere e, quindi, perseverare in questa impresa è poco logico. Eppure in questi anni abbiamo cercato di fare giornalismo in un modo diverso, senza accettare compromessi, ricevendo tante critiche ma rimanendo saldi a quanto maturato in Redazione. Idee e progetti carichi di entusiasmi, speranze, concretizzatesi in pagine ricche di Tropea e di storie tropeane. Spero che questo lavoro sia stato utile per la comunità. Di certo è stato bello per noi vivere un’esperienza simile tra amici, confrontandoci continuamente e imparando cose nuove gli uni dagli altri. Grazie a tutti i redattori, ai collaboratori, ai lettori, al grande Editore.
Sono orgoglioso di aver diretto Tropeaedintorni.it, ma le cose belle, almeno così si sente dire, durano poco. Quest’avventura è durata meno di quanto ognuno di noi avesse previsto. Forse gli unici ad averci azzeccato… sono stati i Maia!

Scarica il numero 58


1 dicembre 2012


Ti potrebbe interessare anche:

Commenti chiusi.