Uno scambio di culture

Incontro con un gruppo di studenti americani

I ragazzi d’oltreoceano e le tradizioni locali

Culture a confronto alla Piccola Università per stranieri di Tropea, nella serata di Giovedì. In una stanza del palazzo antico sito nel Centro Storico, sede della scuola, si sono incontrati gli alunni, studenti della Minnesota State University con un gruppo di studenti tropeani dell’Istituto d’Istruzione Superiore, alla presenza dei loro docenti. Tra i tavolini della saletta, i giovani si sono conosciuti, confrontati tra di loro, chiacchierando nelle rispettive lingue, sfruttando così la possibilità di applicare le conoscenze acquisite. Michele Adilardi, Francesco Certo, Maria Vita, Francesco Romano sono i ragazzi che hanno rappresentato la scuola cittadina ed hanno conversato con Ajay Kapadia, Stephanie Schiebe, Kia Jang e Maricela Demiryn, scambiandosi anche gli indirizzi e-mail per mantenersi in contatto successivamente. Al termine dell’incontro, avvenuto nel tardo pomeriggio, gli studenti hanno avuto modo di approfondire i loro discorsi, cenando insieme in un suggestivo ristorante della cittadina dove hanno potuto assaggiare «la buonissima pizza italiana». I quattro giovani americani hanno soggiornato a Tropea per otto settimane, avendo la possibilità di visitare le località più belle del nostro territorio, nelle escursioni organizzate appositamente per loro. La scuola tropeana ha provveduto ai vari aspetti della loro permanenza, di cui sono rimasti molto soddisfatti. Ora però, è venuto il momento di partire ed i ragazzi hanno detto di conservare uno splendido ricordo della nostra cittadina «piccola, ma davvero molto bella». Nella stessa serata la scuola ha consegnato ai quattro studenti il diploma di conoscenza base della lingua italiana, grazie al quale gli verranno riconosciuti 18 crediti formativi. Tutto ciò è stato possibile grazie al collegamento instaurato dalla Piccola Università Italiana per stranieri con l’ateneo del Minnesota. La scuola tropeana, fondata nel 1993 da Antonio Lamantea con il nome di “Caffè Italiano Club” è infatti stata riconosciuta in seguito dal Ministero per l’Università e la Ricerca, cambiando la denominazione in quella attuale che ben contraddistingue l’alto ruolo formativo di questo Istituto. Ogni anno, questa struttura riceve richieste d’ammissione di circa 500 persone. Gli iscritti possono decidere di rimanere per un periodo che va da qualche settimana a mesi. Tra le numerose persone che decidono di apprendere la lingua italiana in questa scuola vi sono studenti, interpreti provenienti dalla sede del Parlamento Europeo, dipendenti di alcune aziende e tanti altri che per proprio interesse o per necessità devono conoscere la nostra lingua e la nostra cultura. Le insegnanti hanno detto di aver visto alunni finora molto motivati, attenti; questa è la prima volta che insegnano a ragazzi universitari. Inoltre, per chi volesse intraprendere gli studi all’Università dello stato del Minnesota, la Piccola Università di Tropea, fornisce questa possibilità attraverso la richiesta d’iscrizione alla scuola della nostra cittadina.

Condividi l'articolo