17 agosto 2017 - Sito indipendente dal 1994


Letto
967 volte


“I tri da’ cruci” visti dagli occhi di Francesco

Il piccoli di 7 anni scrive ad un amico della festa

Francesco Dicosta racconta la festa dei “I Tri da’ Cruci”

Il piccolo Francesco sul palco per consegnare il riconoscimento all’istituto Comprensivo di Tropea – foto Stroe

Caro Mario, “I Tri da’ Cruci” è una festa popolare della Città di Tropea.
Ci sono dei giochi come: la pignata, la corsa coi sacchi, la gara dell’uovo, la gara della pasta “abbruscenti”.
Ci sono i giganti che rappresentano Mata e Grifone.
C’è la barca incendiata che rappresenta la vittoria sui turchi.
C’e il “Camiuzzo di focu” che rappresenta un cammello.
Mi piace perché mi piacciono i giochi mi piacciono i giganti mi piace il “Camiuzzo” la barca e vorrei fare parte di questo gruppo.
Questa festa si festeggia il 3 maggio.
La battaglia di Lepanto si è svolta nel XVI è hanno vinto i calabresi è per questo si festeggia ancora questa vittoria.
Io vorrei partecipare alla “Pignata” perché è un gioco divertente infatti con un palo si spacca un vaso e dentro ci sono dei premi e mi piacerebbe anche partecipare alla gara dell’uovo perché i concorrenti devono correre e cercare di non far cadere l’uovo che è messo dentro un cucchiaio fino al traguardo.

Francesco Dicosta



Ti potrebbe interessare anche:

Commenti chiusi.