Ieri la tanto “attesa” processione della Madonna

Alla Vergine di Romania, protettrice della Città sono state affidate tutte le famiglie

In tanti hanno partecipato seguendo l’Icona per le vie della città

Tropea: si è svolta domenica 4 ottobre la tanto “desiderata e attesa” processione della Madonna di Romania, patrona della città di Tropea e della Diocesi di Mileto Nicotera Tropea.

La processione della Madonna di Romania del 4 ottobre 2015 - foto Stroe
La processione della Madonna di Romania del 4 ottobre 2015 – foto Stroe

La processione era prevista, come ogni anno, il 9 settembre, ma le avverse condizioni metereologiche non hanno permesso il suo svolgimento. Il parroco della Cattedrale don Ignazio Toraldo ha scelto di posticiparla alla prima domenica di Ottobre, una data significativa perché il mese di ottobre è tradizionalmente dedicato dalla pietà popolare cristiana alla devozione alla Madonna. E’ nella prima domenica di ottobre che in tutte le chiese si recita la supplica alla Madonna del Rosario di Pompei.
Il 4 ottobre, giorno in cui si festeggia anche San Francesco di Assisi, Patrono d’Italia, è coinciso quest’anno con l’apertura del Sinodo sulla famiglia, voluto da Papa Francesco.
Con un pensiero e una preghiera per tutte le famiglie, in un clima di grande raccoglimento, tutta la comunità tropeana si è riunita nel Duomo per stringersi attorno alla Sacra Immagine che da molti secoli è posta sull’altare centrale e dinanzi alla quale intere generazioni di tropeani hanno elevato le loro preghiere e trovato conforto e speranza nelle necessità.
La processione è stata introdotta dalla recita dei Vespri, presieduta dal parroco della Cattedrale, insieme ai canonici don Sicari e Mons. Di Bella e ai sacerdoti don Palamara, don De Luca, padre Anselmo Preiti, padre Aldo La Manna e padre Salvatore Brugnano. Assente il Vescovo della Diocesi, Mons. Renzo, per altri impegni pastorali.
Era presente il Sindaco della città, dottor Rodolico, insieme agli assessori comunali Lorenzo, Rotolo e Vinci e al consigliere di minoranza Romano.
Grande emozione, come sempre, si è letta nei volti dei cittadini e dei tanti turisti, presenti ancora in città, al momento dell’uscita del Quadro dalla Cattedrale, affiancato dai Carabinieri in alta uniforme. La processione è stata animata dalle musiche del complesso bandistico di Rombiolo e il servizio d’ordine è stato svolto dalla Protezione Civile Comunale insieme alla polizia municipale, guidata dal Comandante La Fortuna.
Il corteo processionale, aperto dagli scout di Tropea e dalla Confraternità “S. Maria degli Ortolani” della Chiesa del Carmine, si è snodato tra le vie del centro storico con la sosta alla Villetta del cannone, dove la Sacra Immagine è stata rivolta verso il mare, durante il canto delle litanie e ha poi attraversato le vie principali della città. Tanta gente ha accompagnato il Quadro della Madonna, partecipando alla preghiera. In diversi punti della città, al passaggio della Venerata Icona sono risuonati applausi e in tanti hanno immortalato con gli scatti dei telefonini il Suo Volto materno.
Al termine della processione, il parroco ha ringraziato tutti i presenti, con uno speciale ringraziamento ai portatori della vara. Don Toraldo ha affidato tutti alla custodia della Vergine di Romania, protettrice della Città e ha rivolto un pensiero e una preghiera particolare per la famiglia.

Condividi l'articolo
Francesco Sicari
Francesco Sicari
Sacerdote della diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni