Il 12 agosto presentazione del il libro del concittadino Pino Vita

“La treccia rossa. Storia della cipolla di Tropea”

Saranno proiettate delle immagini relative alla coltivazione della cipolla rossa a cura di Pietro Scordamaglia

L'autore Pino Vita intervistato dalla Rai durante la presentazione del volume - foto Libertino
L’autore Pino Vita intervistato dalla Rai durante la presentazione del volume – foto Libertino

Al Comune di Parghelia dopo la brillante performance di Salvatore Cosentino, magistrato, attore e regista, che ha ottenuto un grosso successo di critica e di pubblico per aver raccontato con ironia i mali e i limiti della nostra bella Italia, proseguono le attività di intrattenimento e culturali secondo il programma già predisposto da questo Assessorato.
Il prossimo appuntamento è previsto per martedì 12 Agosto alle ore 21:30, quando il sindaco Maria L. Brosio, l’assessore alla cultura Anna Sambiase e il presidente della Proloco Tommaso Belvedere presenteranno il libro del concittadino Pino Vita: “La treccia rossa. Storia della cipolla di Tropea” edito da Pellegrini nella collana diretta dal prof. Luigi Lombardi Satriani che, unitamente all’autore, sarà presente alla serata. Nel corso della manifestazione, oltre all’approfondimento su un argomento che riguarda la nostra storia e la nostra economia, e che sarà trattato da illustri relatori e dallo stesso autore, saranno proiettate delle immagini relative alla coltivazione della cipolla rossa a cura di Pietro Scordamaglia.
“La treccia”, (in assonanza con la “Freccia rossa” il treno oggi più moderno che ricorda le partenze della merce dalla stazione della cittadina) è la tipica forma della lavorazione della cipolla rossa di Tropea e sarà il filo rosso che unisce le varie fasi della storia commerciale di questo prodotto, coltivato sin da tempi remoti nel territori di Parghelia e Tropea, uniti allora in un unico comune. Il libro, che è diventato il successo editoriale della stagione estiva, ricostruisce le varie leggende sull’origine del seme assieme alle prime osservazioni dei viaggiatori del Settecento sulla cipolla e all’esportazione lungo le coste del Mediterraneo e, successivamente, negli Stati Uniti d’America utilizzando la tipica cesta costruita a Bagnara Calabra.
Per l’assessore alla cultura Anna Sambiase il libro di Pino Vita e la presenza dell’antropologo Lombardi Satriani costituiscono un’occasione per approfondire, non solo il rilievo che la cipolla rossa continua ad avere ma anche e soprattutto, un momento di riflessione sui valori che sono alla base dell’identità culturale di Parghelia. I cittadini ed i turisti avranno l’occasione di conoscere meglio un po’ loro stessi e le nostre profonde tradizioni.

L’Assessore alla cultura
Dott.ssa Anna Sambiase

 

Sommario

Presentazione
Il 12 agosto presentazione del il libro del concittadino Pino Vita
(di A. Sambiase)

Riassunto
“La treccia rossa”, la storia della cipolla di Tropea
(di S. Libertino)

Tematiche
1. Piazza Vittorio Veneto e la storia della cipolla rossa

2. Storia del commercio della cipolla rossa

3. L’esportazione della cipolla negli U.S. e la cesta di Bagnara

4. Cipolla tra storia e leggende: da dove è arrivato il seme?

5. L’esportazione della cipolla di Tropea nel dopoguerra (1945/1970)

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino

Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria nell’elenco pubblicisti.