Il Bilancio a Parghelia

Il testo integrale approvato in Consiglio

Evidenziata la spesa per il personale

La sede della sala consiliare di Parghelia

Il bilancio è insieme un documento economico e politico. Individua gli obiettivi prioritari e gli strumenti per raggiungerli. Pertanto, nella sua strutturazione deve essere letta in maniera forte ed evidente “l’impronta” dell’amministrazione. Per arrivare a questo è necessario rendere progressivamente le spese più flessibili. E’ questo un obiettivo imprescindibile, perché significa avere maggiori possibilità di amministrare. E’ una condizione necessaria, ma non sufficiente in quanto deve essere accompagnata da obiettivi di contenimento progressivo e di controllo dei costi di alcune voci (spese correnti di luce, telefono, cancelleria, incarichi a legali liti e arbitraggi), in altri termini significa realizzare economie che potrebbero essere diversamente investite.
Un elemento che balza immediatamente agli occhi è il preponderante peso economico che assume la spesa per il personale (nella misura del 32%) e la gestione dell’apparato istituzionale ed amministrativo. (nella misura del 13%) A ciò deve corrispondere una macchina burocratica ben funzionante e di tutta soddisfazione. Posto un bisogno, la risposta a qualsiasi utente ed in qualsiasi settore deve essere precisa e nei tempi minimi. E’ questo che rende l’apparato vicino ai cittadini. Riteniamo opportuna una politica di incentivazione in base a risultati misurabili e, quindi, premiante dei singoli e degli uffici che conseguono tali obbiettivi e non uguale per tutti. Così come consideriamo necessaria, in relazione a quanto operato in tutti gli enti ed in tutti i settori, una politica di riqualificazione dei dipendenti, comprensiva non solo delle necessarie conoscenze tecniche, ma anche delle indispensabili capacità relazionali. Il tutto da verificare attraverso un sistema di controllo del livello di soddisfazione degli utenti. L’introduzione di una carta dei servizi, ormai presente in moltissimi enti, potrebbe assicurare ai cittadini i necessari riferimenti per ogni necessità ed individuare uffici e funzioni responsabili.
Particolare attenzione sarà dedicata da questa Amministrazione alla legalità e alla solidarietà sociale. Concretamente il primo passo è stato compiuto con l’istituzione della Commissione Consiliare avente per oggetto proprio tali temi, che riteniamo qualificanti per l’azione amministrativa, uno stimolo ma anche un baluardo affinché fatti incresciosi come quelli che hanno portato alla fine della precedente amministrazione non si possano ripetere mai. Nel tema della solidarietà sociale riteniamo che il problema non è solo della quantità delle somme impegnate, ma soprattutto della qualità dei servizi e della fascia di utenza raggiunta. Portare un contributo di assistenza e solidarietà alle persone in difficoltà è scelta fondamentale di una società civile e dovrebbe servire a rendere meno difficile situazioni di disagio, a volte molto dure. Ma, anche in questo caso, ci sono da proporre alcune considerazioni: innanzitutto le categorie sociali disagiate dovranno essere tutte adeguatamente assistite, l’intervento avrà come obiettivo prioritario gli anziani senza trascurare il mondo degli adolescenti, e intervenendo in maniera mirata verso altre categorie deboli (persone diversamente abili, ecc.). Proprio al fine di programmare e monitorare il corretto svolgimento del servizio questa Amministrazione prevede di affidare alla Commissione Consiliare le funzioni di organizzazione, gestione e controllo degli interventi e dei servizi di carattere socio-assistenziale di competenza comunale, svolgendo attività di informazione, indagini e documentazione dei problemi sociali e dei servizi presenti anche per i collegamenti con altre strutture provinciali e con presidi socio-sanitari esistenti nel territorio.
Il bilancio non è soltanto un insieme di numeri o uno strumento riservato agli esperti: esso influisce sul vivere quotidiano dei cittadini, dà l’impronta alla comunità e stabilisce le priorità in tanti settori diversi: dagli aiuti sociali al turismo, alla scuola, alle opere pubbliche, alle opportunità economiche e culturali ecc.
Coerenti al programma presentato e sul quale l’amministrazione ha ricevuto l’ampio mandato dai cittadini a governare, abbiamo previsto una considerevole spesa per il turismo e la cultura. Una località che vanta le nostre tradizioni e le nostre presenze, alla quale tutti quanti riconosciamo una vocazione ed un avvenire fondati sul binomio cultura – turismo, non può non destinare risorse a tale settore. Questa Amministrazione, riconoscendo nel turismo il vero e solo volano per l’economia locale intende procurare altre e ben maggiori risorse, attingendo ad ogni opportunità in tal senso offerta da fondi comunitari, statali, regionali. Occorre inoltre coinvolgere il privato per la realizzazione di un progetto unitario su cultura e turismo che veda operare in maniera sinergica come protagonisti attivi, e non più come semplici spettatori, operatori economici, associazioni di volontariato, semplici cittadini e PP.AA.
Altra considerevole previsione di spesa per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente, privilegiando il ripristino e manutenzione del verde pubblico, che in alcune parti del territorio comunale necessita anche di ampliamento che è indice di quella riqualificazione urbana necessaria per stabilire una relazione fra la parte “storica” dei centri abitati e la parte nuova che sta sorgendo intorno.. Il potenziamento dell’impianto di sollevamento di Michelino, e sulla ex SS 522. Il continuo monitoraggio del depuratore in zona la grazia sapendo bene che questo è un settore molto delicato e strategico. Interventi mirati per la tutela e la salvaguardia della salute e dell’igiene pubblica attraverso la disinfestazione programmata per l’aria urbana e extraurbana del paese con particolare attenzione alla raccolta dei rifiuti, e all’incremento della raccolta differenziata, grazie al quale questa amministrazione conta di ridurre ulteriormente le imposte sul tributo, che nell’anno 2009 ha riguardato le attività turistiche ed alberghiere, mentre per il 2010 interesserà le famiglie ed i privati con una riduzione di oltre il 3% (già deliberata).
Una enorme quantità di risorse viene investita per la sicurezza, attraverso la realizzazione della video sorveglianza che sarà finanziata dal contributo statale pon sicurezza, assegnato al nostro comune su richiesta della commissione straordinaria, che dovrebbe dare maggiore sicurezza e serenità a tutta la comunità, già in avanzata fase di realizzo che prevediamo di completare entro la fine del corrente anno. Riteniamo inoltre necessario l’incremento della polizia municipale per puntare su una corretta gestione della circolazione stradale, nonché prevenire e reprimere ogni tipo di illecito nei confronti della persona del territorio e della pubblica amministrazione.
Tante altre risorse vengono investite nella salvaguardia del territorio con un intervento di mitigazione e di riduzione del rischio di frana in località Michelino, finanziati con contributo regionale, nonché opere di urbanizzazione per la pavimentazione del corso Vittorio Emanuele finanziati con contributo regionale. Molte opere sono in cantiere, (deliberate dalla commissione straordinaria), come tutti possiamo quotidianamente osservare, e molte altre saranno avviate entro l’anno.
Da una attenta analisi effettuata sui mutui accesi presso la cassa depositi e prestiti abbiamo riscontrato che una somma di circa 200.000,00 Euro per i residui scaturenti da ribassi d’asta, da economie, e/o per l’intero mutuo che non è più servito per realizzare l’opera per il quale era stato richiesto, non sono stati utilizzati. Questi importi, pertanto, saranno successivamente utilizzati per migliorare l’opera per cui erano stati richiesti, mentre dove tali opere non necessitano di ulteriori interventi, si attiverà la procedura di devoluzione o di diverso utilizzo, nel rispetto della normativa vigente in materia.

Condividi l'articolo