Il Buon Pastore e le sue pecorelle

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

114a-Buon Pastore oggi

Il Buon Pastore
e le sue pecorelle.

Oggi è la domenica del buon Pastore. Gesù si dichiara “il buon pastore delle pecore”. Oggi siamo noi le pecore che Gesù guida con la sua Parola e nutre con i doni del pane e del vino, da lui offerti in ogni Eucaristia cui partecipiamo. –  – Oggi si celebra la 52ma Giornata di preghiera per le vocazioni. Tema: «Vocazioni e santità: toccati dalla Bellezza».

«Io sono il buon pastore che dà la propria vita per le pecore». Osserva san Giovanni Crisostomo: «Gesù parla della sua Passione; mostra che essa è necessaria per la salvezza del mondo, e che egli la affronterà di propria volontà e liberamente ».
Il Buon Pastore davanti al lupo non abbandona le sue pecore. Cristo, buon Pastore con la sua morte si dona totalmente per la salvezza del gregge. In tal modo egli si pone come il suggello dell’alleanza stabilita per sempre dal Padre con l’umanità e il suo sacrificio redentore ha un valore salvifico per ogni tempo.
Tutta l’umanità può sperare nella salvezza, perché l’ovile del Signore è aperto ad ogni uomo che si lascia guidare dall’amore e dalla misericordia del Signore.
Dice Gesù: «E ho altre pecore che non provengono da questo recinto: anche quelle io devo guidare. Ascolteranno la mia voce e diventeranno un solo gregge, un solo pastore».
Possa il Signore Gesù, Buon Pastore, oggi prendere sulle sue spalle i tanti fratelli perseguitati, i tanti poveri migranti che a rischio della vita cercano la possibilità di un futuro migliore, i tanti ammalati terminali che affrontano la grande ora della morte!

L’augurio
«Il Dio della pace, che ha fatto tornare dai morti il pastore grande delle pecore, in virtù del sangue di un’alleanza eterna, il Signore nostro Gesù Cristo, vi renda perfetti in ogni bene».

Possa il Signore Gesù, Buon Pastore, oggi prendere sulle sue spalle i tanti fratelli perseguitati, i poveri migranti che a rischio della vita cercano la possibilità di un futuro migliore, gli ammalati terminali che affrontano la grande ora della morte!
“Possa il Signore Gesù, Buon Pastore, oggi prendere sulle sue spalle i tanti fratelli perseguitati, i poveri migranti che a rischio della vita cercano la possibilità di un futuro migliore, gli ammalati terminali che affrontano la grande ora della morte!” – La vignetta è di don Giovanni Berti.
Condividi l'articolo