Premio Tropea, è ora della terna

Il Comitato tecnico-scientifico si riunisce

13 libri “in lotta” per la terna dei finalisti

Domenica 22 marzo alle ore 10.30, nella Sala del Museo diocesano di Tropea, si riunirà il Comitato tecnico-scientifico che decreterà la terna dei finalisti del Premio letterario nazionale “Città di Tropea – Una regione per leggere” giunto alla terza edizione.
Alla presenza del Vicepresidente della Regione Calabria Domenico Cersosimo, e del Presidente della Provincia di Vibo Valentia Francesco De Nisi, e sulla base delle indicazioni del Comitato tecnico-scientifico, le opere che si contenderanno l’elezione nella terna di finalisti sono:
Alberto Arbasino, L’ingegnere in blu, Adelphi, 2008
Carmine Abate, Gli anni veloci, Mondadori, 2008
Mario Desiati, Il paese delle spose infelici, Mondadori, 2008
Paolo Di Stefano, Nel cuore che ti cerca, Rizzoli, 2008
Nicola Giovanni Grillo, Perché fuggire dalla Calabria, Geva, 2008
Pietro Grossi, L’acchito, Sellerio, 2007
Raffaele La Capria, Chiamiamolo Candido, L’Ancora del Mediterraneo, 2008
Federico Guglielmo Lento, Onorevole… per caso, ilmiolibro.it, 2008
Mauro Francesco Minervino, La Calabria brucia, Ediesse, 2008
Edoardo Rebulla, La misura delle cose, Sellerio, 2008
Christiana Ruggeri, La lista di carbone, Mursia, 2008
Susanna Tamaro, Luisito, Rizzoli, 2007
Chiara Tozzi, Quasi una vita, Feltrinelli, 2008
Anche in questa edizione, il Comitato sarà composto da nomi di pregio, a partire dalla Presidente Isabella Bossi Fedrigotti, fine giornalista e scrittrice, nonché Presidente dal 2005 del prestigioso Premio “Bagutta”, il più antico premio letterario italiano, nato nel 1927. Una felice combinazione fra tradizione, data dal Premio “Bagutta”, e novità, data dal Premio “Tropea”.
I giurati sono: Pierfranco Bruni, scrittore e Vicepresidente Sindacato Libero Scrittori Italiani; Corrado Calabrò, Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni; Mario Caligiuri, giornalista e docente universitario di Comunicazione istituzionale; Francesco Saverio Costanzo, Magnifico Rettore dell’Università Magna Grecia di Catanzaro; Michele Daniele, giornalista pubblicista e Vicepresidente dell’Accademia degli Affaticati; Gilberto Floriani, Direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese; Massimo Giovannini, Magnifico Rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria; Giovanni Latorre, Magnifico Rettore dell’Università della Calabria di Rende; Giuseppe Meligrana, giovane editore tropeano e Segretario dell’Accademia degli Affaticati; Pasqualino Pandullo, giornalista Rai e Presidente dell’associazione stessa e, ultimo ma solo a causa dell’alfabeto, Giuliano Vigini, Direttore di Editrice bibliografica.
Interverranno inoltre in questa prima fase della kermesse letteraria Antonio Euticchio, Sindaco di Tropea e Francesco Mangione, Presidente della Spi, azienda di serramenti operante nel vibonese ma molto presente sul mercato nazionale che a Tropea si affaccia, e non per la prima volta, in qualità di sponsor ufficiale del Premio. Tale azienda infatti ha voluto fortemente sostenere l’evento letterario, dimostrando come l’intersezione tra imprese economiche e cultura possa certamente fare da volano per lo sviluppo della nostra regione.
A presentare i diversi interventi sarà il Presidente dell’Associazione degli Affaticati, Pasqualino Pandullo.
La modalità di selezione dei tre testi sarà, ancora una volta, improntata alla trasparenza: la votazione del Comitato tecnico-scientifico infatti avverrà in pubblico e vi potranno assistere quanti vorranno.
Dopo questa fase, dunque, che prevede la scelta della terna dei finalisti non ci resterà che aspettare il 3, 4 e 5 luglio, quando nella serata finale verrà nominato il vincitore assoluto. Infatti l’opzione di selezione che lo decreterà è rimasta invariata rispetto alle altre edizioni. Il vincitore assoluto sarà scelto dalla combinazione di voti dei 409 sindaci calabresi e da una giuria popolare composta da 41 persone tra studenti e cittadini della ridente località marittima. In tal modo il territorio regionale viene ad essere coinvolto dalla cultura del libro. E infatti sono questi gli obiettivi che si prefigge questo originale premio letterario, perché, come afferma Carlos Ruiz Zafòn: “La lettura coinvolge mente e cuore, due merci sempre più rare”.
Per maggiori informazioni, anche sulle precedenti edizioni, si può consultare il sito ufficiale del Premio: www.premioletterariotropea.org/ .

Condividi l'articolo