Il commissario tropeano del PDL Giovanni Macrì plaude al ritrovato entusiasmo

Comunicato stampa

Grande la partecipazione tra tesserati e nuovi simpatizzanti. Ora si punta innanzitutto su riunioni periodiche “per rendere attiva la vita di partito”.

Il commissario cittadino del PDL tropeano Giovanni Macrì
Berluscono conil commissario cittadino del PDL tropeano Giovanni Macrì
L'Onorevole Domenico Scilipoti a Tropea il 17/02/2013 - foto Libertino
L’Onorevole Domenico Scilipoti a Tropea il 17/02/2013 – foto Libertino
Onorevole Rosanna Scopelliti - foto Libertino
L’Onorevole Rosanna Scopelliti – foto Libertino

Grandi numeri alle urne e ritrovato entusiasmo tra i tanti iscritti fanno ripartire di scatto la sezione locale del Popolo della Libertà.
Il dato positivo registrato alle politiche è stato analizzato venerdì sera alla biblioteca comunale “Albino Lorenzo” dal nuovo commissario cittadino Giovanni Macrì, in una riunione a porte aperte che ha registrato una gran partecipazione tra tesserati e nuovi simpatizzanti.
Per Macrì “il dato che emerge dall’analisi del voto fa notare un Pdl in piena salute a Tropea, mentre ad uscirne male, con le ossa rotte, sono il Pd e quel che resta del centro”.
Quanto al Movimento 5 stelle di Grillo, per Macrì rappresenta “un caso a parte, di certo un fenomeno nuovo e da studiare, che ha raccolto un voto basato sul programma al quale si è unito un voto di autentica protesta”. E proprio a questi delusi che bisogna dare nuove motivazioni e, secondo il commissario, “il Pdl è sicuro di avere le carte in regola per recuperare quella parte di elettorato”.
Tali considerazioni sono state condivise dai tanti che erano presenti venerdì alla bibilioteca, e Macrì ha voluto esprimere “viva soddisfazione per l’unità ritrovata del partito in città e per la massiccia partecipazione alle riunioni che sono state fatte sia in campagna elettorale che successivamente, soprattutto della componente giovanile, sulla quale si punterà molto”.
Proprio i giovani sono stati al centro del dibattito dedicato alla riorganizzazione che il commissario vuole mettere in atto. “Con il 35% di preferenze raccolto dal Pdl alla Camera, Tropea si colloca tra le prime, se non la prima in assoluto, tra le città della Calabria schierate con il centro-destra. Un risultato raggiunto di certo grazie alla formidabile rimonta del partito innescata dal lavoro del presidente Berlusconi, ma di quel risultato siamo stati artefici anche noi stessi e i nostri giovani”.
Il rilancio del partito è ciò a cui si punta sul breve termine, quindi, mentre il disegno più ampio prevede quello di porre la componente giovanile al centro delle strategie del Pdl locale “rendendoli partecipi – ha spiegato Macrì -, in quanto rappresentano il nostro futuro e perciò è bisogna fornire loro gli strumenti necessari per poter fare politica sul territorio”.
Della partecipazione e dell’interesse verso la politica attiva dei ragazzi del Pdl è del resto una prova evidente il convegno organizzato da Macrì con la neo eletta deputata Rosanna Scopelliti.
Per giungere alla realizzazione di questi propositi, il commissario cittadino punta innanzitutto su riunioni periodiche “per rendere attiva la vita di partito, con tematiche varie, anche nazionali, visto che lo scenario di instabilità impone di essere preparati ad ogni possible evenienza”.

Condividi l'articolo