Il concerto di Papa Francesco per i poveri

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

130a-concertovaticano

Il concerto di Papa Francesco per i poveri.

Vaticano nel segno di Dante – Grande emozione in Aula Paolo VI per i duemila poveri che hanno partecipato al concerto per le opere di carità di Papa Francesco. E’ stato il maestro Daniel Oren a dirigere l’Orchestra Filarmonica Salernitana e il Coro della Diocesi di Roma. Particolare l’omaggio a Dante nei 750 anni dalla sua nascita. 

La musica intensa accarezza le vite ferite dei duemila poveri che affollano l’Aula Paolo VI. Sono in prima fila perché per loro Papa Francesco ha voluto questo particolare omaggio a 750 anni dalla nascita di Dante. Sono la poesia ed i personaggi del sommo poeta come Ulisse, Francesca da Rimini e Beatrice a guidare la scelta musicale. E’ la rappresentazione del cammino dell’uomo che è nella selva oscura ma che il Signore chiama a salire. E’ la stessa strada percorsa dai tanti che sono lì seduti, rapiti dalla bacchetta del maestro Daniel Oren, felici di un tale regalo:
R.- Io mi chiamo Omar vengo dalla Somalia, sono arrivato qui nel 2003 a bordo di un barcone. Siamo stati sei giorni in mezzo al mare senza benzina, senza acqua e senza da mangiare. Mi sono trasferito qui a Roma, non avevo niente, ero in strada poi ho trovato una famiglia che si chiama Caritas, io vivo bene con loro, sono la mia famiglia.
R.- Io mi chiamo Roberto
D.- Hai questa bella maglia con su scritto: “siamo una delle famiglie che prega per te”.
R.- E’ una delle maglie che regalano a Papa Francesco e che lui, a sua volta, regala a chi va a fare la doccia sotto il Colonnato. Sono un habitué. Do una mano come volontario: mi diverte, anche se vivo per strada, dare una mano agli altri.
(Ansa 14 maggio 2015)
Il giorno prima Papa Francesco, ringraziando gli organizzatori per l’iniziativa, ha ricordato che la musica ci unisce: “La musica ha questa capacità di unire le anime e di unirci con il Signore, sempre ci porta… è orizzontale e anche verticale, va in alto, e ci libera delle angosce. Anche la musica triste, pensiamo a quegli adagi lamentosi, anche questa ci aiuta nei momenti di difficoltà. Vi ringrazio tanto, perché farà bene a tutti un po’ di spirito nell’affarismo materiale che sempre ci circonda e ci abbassa, ci toglie la gioia. E come credenti abbiamo la gioia di un Padre che ci ama tutti e la gioia di poter fare fratellanza con tutti”.
Durante il concerto sono state eseguite musiche di mons. Marco Frisina: arie tratte dall’opera musicale “La Divina Commedia” per celebrare i 750 anni dalla nascita di Dante e brani dedicati al Tempo Pasquale, alla speranza e alla gioia.
(Radio Vaticana)

Grande emozione in Aula Paolo VI per i duemila poveri che hanno partecipato al concerto per le opere di carità di Papa Francesco. E’ stato il maestro Daniel Oren a dirigere l’Orchestra Filarmonica Salernitana e il Coro della Diocesi di Roma. Particolare l’omaggio a Dante nei 750 anni dalla sua nascita.
Grande emozione in Aula Paolo VI per i duemila poveri che hanno partecipato al concerto per le opere di carità di Papa Francesco.  Particolare l’omaggio a Dante nei 750 anni dalla sua nascita.
Condividi l'articolo