Il concorso per docenti

Lettera semiseria che racconta la storia di tanti

concorsoneChe casino al concorsone! C’era una grande folla, si può dire che non mancava quasi nessuno all’appello!
C’era Marina che stava parlando al telefono, mentre Mauro e Franco guardavano la TV. C’era Stefano, che piangeva perché aveva fame! C’era Mario, che è gentile ma non è un fiorista. E Loredana, alla quale però non piace la musica di Guccini! Non c’era nessun tassista! Infatti, Mario era affaticato perché aveva corso. Non c’era Gabriella, perché era in ufficio e neanche Tommaso che era all’asilo nido. C’erano – invece – tutte le lettere dell’alfabeto! Però non c’era nessun ZETA che era OMEGA!? Ma c’era Luigi, che era contento perciò passeggiava, mentre aspettava il prossimo treno per Milano che partiva 1 ora e 20 minuti prima di quello di Genova. Se correva come Mario, invece di passeggiare, forse riusciva a prendere l’aereo in arrivo da Milano per Praga! C’era, poi, Maurizio che voleva partecipare alle Olimpiadi invece che al CONCORSONE! C’era anche Paolo, che aveva aspettato invano Stefano in via Verdi. E c’era Ademaro Rossi che non aveva commesso falli! E c’era Gualtiero, che picchiava duro, ma non era possibile dire con certezza se praticasse il pugilato… oltre l’insegnamento! Gianna – invece – non c’era, era andata al mare! C’era pure la zia Anna, che è più anziana della nonna Tina, a causa di anni e anni di precariato nella scuola! C’era Pietro, che non è sicuramente vegetariano, ma sicuramente – dopo anni di precariato – odia i concorsoni senza senso! Non poteva certo mancare Lucilla, che a volte rispondeva al telefono per dire ai suoi cari che non aveva superato la prova preselettiva, essendo troppo “umanistica”! E c’era Anna, che era preoccupata anche se non interrogata… pensava alla lumachina nel pozzo a – 2°C! C’era Tolomeo, amante dell’enigmistica e matematico, tranquillo perché sicuramente avrebbe superato la prova preselettiva senza alcuna informazione addizionale! C’era persino Filippide, amante dello sport e grande sognatore …. da 20 anni nella scuola, 2 abilitazioni, non più giovane, sognava una cattedra sportiva! E poi c’era anche Marta, nervosa, continuava a mangiare abbondantemente ingrassando! E anche il povero Giovanni, il quale non aveva capito che era certamente vero che se non V allora non P e non T!? E non poteva mancare – con questa crisi – il geometra! L’operaio del geometra era felice di potersi riposare in sua assenza! E c’era Mauro, che sapeva benissimo che per superare la preselezione doveva rispondere a 35 domande su 50. Sapendo che questa affermazione era vera, si chiedeva su due posti qual era la sua probabilità di superare la preselezione, avendo 3 figli di cui sapeva che Andrea aveva 2 anni in meno di Davide, e Luca aveva metà degli anni di Davide!!? C’erano Gaspare, Gustavo e Guglielmo che alla fine della preselezione hanno acquistato 6 kg di caramelle, spendendo rispettivamente 16 euro, 24 euro, 40 euro e ora dovevano dividersi le caramelle, ma non avevano portato la calcolatrice in quanto vietata al test, anche se eri discalculico!
E poi c’erano ancora: Jack con 12 pipe, Paolo con 5 lampadine, Sandro con 6 monete, Martina con 11 gettoni apparentemente identici, Daniela con 9 timbri, Dario con 6 candele, Cristina che non era più una persona felice, Carlotta con 5 braccialetti, mentre Lorena aveva 5 collane e Sandra 6 spille …. .
Tutti apparentemente sembravano diversi, ma in fondo erano tutti uguali! E su tutti c’era un’asta di metallo lunga un metro, sospesa su tutte le loro teste, minacciosa e in cerca di un equilibrio sopra la follia!

Maria Carmela Fanello
di Monterosso Calabro
Precaria nelle scuole superiori
in provicia di Torino
anni di lavoro e sacrificio
distante dai suoi cari
dai suoi affetti
e dalla sua terra

Condividi l'articolo