Approvata la variazione del bilancio

Dal Consiglio comunale

Passa anche il Piano triennale delle opere pubbliche

Consiglio comunale, ieri mattina, a Palazzo Sant’Anna con ben 13 punti all’ordine del giorno e, soprattutto, con la totale assenza dei consiglieri di minoranza. Tra i vari punti discussi e approvati, la variazione del Bilancio previsionale 2008 e pluriennale 2008-2010, per un valore totale di 759mila euro. Considerate, infatti, le maggiori entrate Ici, i contributi finanziari ottenuti dalla Provincia e dalla Regionali, e, di contro, le spese per i lavori d’installazione della video sorveglianza, la modifica, per come ha spiegato il sindaco Euticchio, è stata necessaria. I lavori di consolidamento di una parte della Rupe hanno comportato l’integrazione del programma di Opere Pubbliche 2008 e del triennale 2008-2010. “Dopo aver ottenuto il finanziamento regionale di 658mila euro – ha continuato il sindaco – i lavori per il recupero della parte di Rupe, che sta sotto la Villetta del Cannone, partiranno dopo l’estate e saranno finanziati, inizialmente, con un mutuo comunale che sarà, però, completamente coperto dalla Regione”. La modifica del Regolamento del Corpo di Polizia ha, invece, acceso la sala in un’animata discussione che ha generato, inizialmente, la sospensione della seduta e, al rientro, la decisione, unanime, di rinviarne il punto alla prossima seduta consiliare. Tra i punti contesi, il vice sindaco Sandro Cortese ha evidenziato la mancanza del parere sindacale “perchè anche se è stata loro inviata la lettera – ha detto – è necessario insistere per averne necessariamente il parere”. Di particolare rilievo, infine, il piano di lottizzazione in zona Argani per la costruzione di un complesso residenziale di 15 villette, con annessa area commerciale. Dopo aver elencato i pareri necessari ottenuti, il piano di lottizzazione è passato con i voti della maggioranza e l’astensione del neo consigliere Francesco Stefanelli. Chiusura con sorpresa, ad opera dello stesso Stefanelli che ha abbandonato la sua prima seduta, per evidenziare, a suo dire “la mancanza di dialogo all’interno della maggioranza”. Oggetto del contendere la recente nomina dell’assessore Domenica La Torre.

Condividi l'articolo