Il manifesto del Pd a Parghelia

il manifesto deturpato dalla vernice rossa

Dopo l’incendio dell’auto del capogruppo consiliare del Pd Pino Vita, avvenuto domenica scorsa, in pieno giorno, davanti alla sua abitazione e , fortunatamente, sventato per l’intervento tempestivo e solidale dei vicini, il Pd ha affisso sui muri del paese il seguente manifesto.
“Il coordinamento del P.D. della Federazione provinciale di Vibo e gli iscritti al circolo di Parghelia, Esprimono piena e amichevole solidarietà al capo-gruppo consiliare Pino Vita per il vile attentato commesso nei suoi confronti.
Condannano, senza riserve, il tentativo di stampo mafioso indirizzato a colpire il libero confronto e la voce dell’opposizione democratica nell’esercizio dei suoi diritti costituzionali.
Fiduciosi che la Magistratura, gli Organi dello Stato, le Forze dell’ordine sapranno individuare i mandanti occulti del vile gesto.
Invitano i cittadini ad esercitare , senza timore , una forte vigilanza ed una consapevole reazione contro ogni tentativo di turbare la sicurezza e l’ordine della comunità pargheliese.”
L’iniziativa, assunta d’intesa con gli organi provinciali e regionali, segna la ripresa dell’attività politica ed organizzativa del circolo di Parghelia del Pd che, a conclusione del tesseramento, ha nominato il coordinamento cittadino composto da Antonio Landro, Pasquale Ferrazzo, Miche Blasi, Nanni Taccone, Franco Landro, Mimmo Certo, Filippo Mazzeo che, successivamente, all’unanimità ha eletto quale coordinatore cittadino Antonio Landro, che vanta una lunga militanza politica nella sinistra e nel sindacato ed ha fatto parte, in più occasioni, delle amministrazioni democratiche che hanno retto il comune di Parghelia prima dell’ultima competizione elettorale del novembre 2009. In quelle elezioni, avvenute dopo la gestione commissariale seguita allo scioglimento del comune per infiltrazioni mafiose il Pd, per segnare una svolta rispetto ad un passato contraddittorio e carico di ambiguità politiche e sottolineare il suo ruolo di forza di rinnovamento ed il suo impegno contro ogni forma di mafia, si era presentato con una lista con il simbolo del Partito democratico, guidata da Pino Vita, attualmente capogruppo consiliare.
Dopo la sconfitta elettorale, il gruppo consiliare ha sviluppato un’intensa e motivata opposizione alle scelte dell’attuale maggioranza di destra che, dopo l’elezione del coordinamento cittadino, sarà rafforzata dall’azione e dalla presenza del partito sul territorio.

 

Condividi l'articolo