“Il PdL? Meglio astenersi che votare”.

Delusione assoluta. Questo, in sintesi, il sentimento manifestato nell’assemblea di ieri dagli iscritti e dai simpatizzanti del Circolo della Libertà “Tropea” e confluito in un documento inviato alla stampa.
Nel documento si legge infatti che gli iscritti «manifestano la propria delusione sulle scelte effettuate dai vertici vibonesi», perchè vedono inattese le proprie richieste di «cambiamento e rinnovamento più volte avanzata dalla base e dal Popolo della Libertà». Il circolo, nello specifico, aveva chiesto ai vertici di dimostrare «il coraggio di puntare su giovani e su nuovi criteri di selezione del candidato presidente in prossimità delle Elezioni Amministrative del 13 e 14 Aprile». Ma, a quanto pare, le scelte rese note l’altro ieri non soddisfano il gruppo della cittadina tirrenica, e risultano essere l’esito di «metodi usati dalla vecchia nomenclatura del centro-destra vibonese, che ancora una volta gioca a perdere». In ambito provinciale l circolo tropeano si riserva perciò «l’opportunità di un’astensione al voto» e quindi annuncia sin d’ora l’intenzione di «non partecipare fattivamente alle prossime elezioni provinciali». D’altro canto, sempre nella nota si precisa che il circolo locale si impegnerà «a fare campagna elettorale solo per le Elezioni Politiche».

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.