Il segreto della vita

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

202a-segreto

Il segreto della vita.

Spesso nella vita ci sembra di perder tempo nel fare quello che ci è richiesto. Si teme di sprecare energie preziose in cose da nulla, di condurre una vita insignificante. Sembra di girare a vuoto nell’amare persone che non solo non ti dicono un grazie, ma osteggiano addirittura la tua premura per loro. La tentazione è di cambiar lavoro, compagnia, scegliere un’altra famiglia, ritenere prossimo non il più vicino ma il più lontano, di un’altra casa, d’un altro paese… Allora, scopri il segreto della vita: se ti chiedi quale sia la volontà di Dio per te nell’attimo presente e se ascolti quella voce dentro di te, ti senti dire: nulla è piccolo di ciò che farai per amore.

♦ Un signore aveva un servo a cui promise pane e alloggio a una sola condizione: che annaffiasse nell’orto, ogni giorno, più volte al giorno, una specie di pianticella tanto rinsecchita da sembrare un manico di scopa.
♦ Il servo fedelmente obbediva e tutti i giorni – e più volte al giorno – annaffiava abbondantemente il manico di scopa.
♦ Ma arrivarono amici e conoscenti a deriderlo e a dissuaderlo dal fare una cosa tanto sciocca. Tanto fecero che nacque in lui la curiosità di sapere quale destinazione avesse quell’acqua che gli sembrava sperperata e si insinuò il dubbio che quello stecco non potesse mai fiorire.
♦ Il padrone lo rassicurò: “L’acqua gettata ai piedi di quella pianta secca non è sperperata; presto vedrai che tutto il lavoro non è stato vano. Non temere! Getta più acqua che puoi”.
♦ Con nuova fiducia riprese ad annaffiare con lena finché, alla fine della vita, vide ciò che sembrava insperabile: vide quel manico di scopa trasformarsi in un bellissimo fiore. Ma poi quel servo saggio e fedele andò col suo padrone a contemplare i giardini immensi e fioriti, grazie a quella abbondante irrigazione, e ora sta benedicendo quel manico di scopa irrigato con tanta generosità, senza calcoli.

Non siamo manici di scopa: a volte forse siamo noi a trattare gli altri come tali. Noi siamo persone amate da sempre. Solo che dobbiamo scoprirlo ed entrare in sintonia con Colui chi ci ama e ci sta facendo vivere giorno per giorno. Se ti chiedi quale sia la volontà di Dio per te nell’attimo presente e se ascolti quella voce dentro di te, ti senti dire: nulla è piccolo di ciò fai per amore.
Ama e capirai il perché; annaffia sempre e comunque il fratello che ti sta accanto con l’amore abbondante di Dio, tutti i giorni e più volte al giorno. Ama il tuo nemico.
“A chi mi ama, mi manifesterò”. Dio è Amore. Dove passa Lui fiorisce il deserto; può far nascere figli di Abramo anche dalle pietre, fa scaturire l’acqua dalla roccia.
Tutto vince L’Amore. E’ più forte della morte. E’ Dio!
E un giorno ti sentirai chiamare da Colui di cui ti sei fidato: “Vieni, servo buono e fedele, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto, prendi parte alla gioia del tuo padrone. Tutto ciò che hai fatto al più piccolo dei miei fratelli, l’hai fatto a me”.
L’Amore che con abbondanza hai riversato sul tuo prossimo in ogni attimo della tua vita, era l’Amore infinito che, così, ha raggiunto e beneficato tutti gli altri fratelli.
Perché amare il prossimo è amare Gesù …e Gesù è tutta l’umanità. .

 scopri il segreto della vita: se ti chiedi quale sia la volontà di Dio per te nell'attimo presente e se ascolti quella voce dentro di te, ti senti dire: nulla è piccolo di ciò che farai per amore.
Scoprire il segreto della vita: se ti chiedi quale sia la volontà di Dio per te nell’attimo presente e se ascolti quella voce dentro di te, ti senti dire: “Nulla è piccolo di ciò che farai per amore. Tutto ciò che avrai fatto al più piccolo dei miei fratelli, l’avrai fatto a me”.
Condividi l'articolo