Il Sindaco Rodolioco preannuncia il ricorso al Tar

Rodolico é sicuro della “bontà” della sua gestione

Tre i commissari straordinari che reggeranno le sorti del comune

Giuseppe Rodolico Sindaco di Tropea - foto Libertino
Giuseppe Rodolico Sindaco di Tropea – foto Libertino

Presto il comune di Tropea sarà retto da tre commissari straordinari che reggeranno le sorti del comune.
Ad ottobre del 2015 la prefettura di Vibo Valentia aveva insediato una commissione di accesso agli atti in conseguenza al presunto coinvolgimento di alcuni candidati delle liste contrapposte.
All’attenzione della Prefettura sia gli atti della precedente amministrazione, sia quelli dell’attuale sindaco Giuseppe Rodolico
Segnalazioni erano poi giunte in Prefettura in ordine a contratti, appalti, forniture, gestione del porto, piano strutturale, frequentazioni e parentele di alcuni consiglieri comunali ed assessori con soggetti noti alle forze dell’ordine.
Il Sindaco Giuseppe Rodolioco ha preannunciato ricorso al Tar per chiedere il “ripristino” della sua amministrazione, dichiarando di aspettare le motivazioni alla base dello scioglimento, ma di essere in ogni caso sicuro della “bontà” della sua gestione.
Il Già Sindaco di Tropea Dr. Giuseppe Maria Romano della lista contrapposta “Progettiamo Tropea” è intervenuto sull’argomento: «Lo scioglimento del Comune di Tropea ha offeso l’intera comunità e le responsabilità sono personali, chi ha sbagliato deve dare conto alla giustizia, non deve pagare l’intera città».

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.