Il solo amico per sempre

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

267a-CroxIl solo amico per sempre.

Il Giubileo della Misericordia, prossimo ad aprirsi, invita ogni uomo a guardare a Colui che è stato trafitto per la nostra salvezza: “Io quando sarò elevato da terra, attirerò tutti a me” (vangelo di Giovanni 12, 32). Egli sarà sempre lì, con le braccia aperte per accoglierlo nell’abbraccio della Misericordia.

Stava morendo in una casa di cura, solo, senza amici e neppure parenti.
Aveva gli occhi lucidi di pianto, quando, baciando il Crocifisso, disse:
– Tutti mi hanno abbandonato, eccetto tu, mio Signore. Tu non hai vergogna della mia vecchiaia e della mia malattia. Sei solo tu l’unico amico rimasto!

“Se come giudice dell’ultimo giudizio potessi scegliere tra Gesù e mia madre, sceglierei certamente Gesù, perché è più misericordioso d’ogni madre”. (S. Francesco di Sales).

guardare a Colui che è stato trafitto per la nostra salvezza: "Io quando sarò elevato da terra, attirerò tutti a me" (vangelo di Giovanni 12, 32). Egli sarà sempre lì, con le braccia aperte per accoglierlo nell'abbraccio della Misericordia.
Guardare a Colui che è stato trafitto per la nostra salvezza: “Io quando sarò elevato da terra, attirerò tutti a me” (vangelo di Giovanni 12, 32). – Egli sarà sempre lì, con le braccia aperte per accoglierlo nell’abbraccio della Misericordia.
Condividi l'articolo