Imminente l’arrivo di Angela Napoli

Elezioni comunali decisive come non mai

Serve maggiore senso di responsabilità per amore della città

L’onorevole Angela Napoli

Potrebbe essere decisiva la discesa in campo dell’onorevole Angela Napoli. Nel caso dovesse decidere di accogliere la proposta che le è stata fatta, tanti equilibri apparenti e non verrebbero meno.
Qualche giorno fa l’onorevole ospite della trasmissione “Perfidia” sul canale TeleSpazio ha affermato: ‹‹ La situazione in Calabria deve cambiare  e se questo non succederà con le prossime elezioni…allora non cambierà più!››. Tale affermazione potrebbe riferirsi alla stessa Tropea. Il degrado della città, il basso livello intellettuale e culturale non fanno altro che allontanare i giovani dalla propria città natale. L’impossibilità di intravedere un futuro, una chance, getta nello sconforto o nell’apatia parte di quella popolazione che è cosciente di questa situazione di stallo. Ciò nonostante bisogna riconoscere l’impegno di alcuni cittadini. Sono coloro i quali intendo spendersi per la collettività consci di svolgere un ruolo non facile e di grande responsabilità: dovranno risultare incisivi affinché nuove proposte ed iniziative possano essere accolte con favore dalla maggior parte della popolazione.
Anche per Tropea  dunque le elezioni amministrative di marzo saranno decisive.
Ad oggi però ci si ritrova ancora a discutere della candidatura di “dinosauri” improponibili per chi è a conoscenza della storia politica tropeana degli ultimi 15 anni. Eppure anche questa è democrazia!
Nella nostra città c’è così tanta democrazia che qualcuno riferendosi ad Angela Napoli si sente libero di attribuirle una colpa  non espiabile: tra le sue vene non scorre sangue tropeano! Pensate quanto è bella la democrazia, diamo spazio anche a pensieri del genere: “non vogliamo forestieri a governare Tropea!”. E pensare che siamo cittadini europei con diritto di elezione attiva e passiva, viviamo in un mondo senza frontiere. Ma  non preoccupatevi, in questa città c’è spazio anche per voi retrogradi e conservatori di chissà quale ideologia discriminatoria.
C’è chi si sente “sconfitto” al sol pensiero che una professionista come Angela Napoli possa amministrare  la città di Tropea. Ma se il primo passo per risolvere un problema è riconoscere di averlo, allora mi chiedo: perché non riconoscere che in questo momento a Tropea non esistono personalità realmente competenti in grado di riorganizzare il territorio? Dunque, siamo di fronte a mala fede o ignoranza? Nessuna delle due risposte sarebbe appagante. Allora che si faccia uno sforzo per amore dell’onestà intellettuale, oppure che si trovino argomenti più pregnanti per disapprovare l’eventuale discesa in campo dell’onorevole Napoli.
 Il suo arrivo è imminente, il 17 gennaio sarà a Tropea in occasione di un incontro aperto al pubblico. È prevista una conferenza stampa alla quale tutti i giornalisti e i cittadini sono invitati a partecipare.
Per troppo tempo il senso di responsabilità politica è mancato in questa città, perché costa sacrificio e presuppone amore incondizionato per il bene comune. Chissà che una “forestiera” non dimostri di avere a cuore il futuro di Tropea più dei tropeani stessi!

Condividi l'articolo

2 thoughts on “Imminente l’arrivo di Angela Napoli”

  1. Meno male Natino che hai risposto tu per primo..io per tempo non ci sono riuscito.Mi hai strappato le parole dalla bocca. La signorina Dalila commette un altro errore, oltre a quello di giudicare “dinosauro” uno che fino a poco tempo fà era anche da lei stimato ed apprezzato, ossia fino a 5 anni fa, ed era anche proponibile allora. Ma si sà nella vita i giudizi cambiano…..bontà sua. L’errore a cui mi riferisco è più grossolano per una che intende dedicarsi al giornalismo: quello di mettere in bocca cose mai scritte né pensate da altri credendo che l’italiano sia come la legge, ossia interpretabile.
    Io non ho mai detto e scritto che a Tropea la Napoli non si deve candidare perché “tra le sue vene non scorre sangue tropeano!” Questa frase non è mia ma tua signorina Dalila. Così come “non vogliamo forestieri a governare Tropea!” Nemmeno questa è mia…io più semplicemente ho detto e scritto che “a tropea ci sono menti, cuori e persone in grado di amministrare il paese senza bisogno di scomodare “forestieri”…inserendo fra virgolette la parola forestieri proprio per non dargli un taglio denigratore e offensivo, qual’è invece quello capito male da lei cara signorina (forse volutamente e forse perché altrimenti non avrebbe potuto fare l’articolo) sarebbe come dire che non siamo in grado di trovare in città il nostro sindaco”….questo è quanto ho scritto…non quello che lei riporta (e siamo a due).
    Entrendo nel merito…e replicherò il commento nell’ultima intervista telefonica che ha pubblicato da poco, così che la Napoli abbia chiaro ed associ il mio nome a persona leale e schietta, dico a lei e a coloro che sostengono e credono che alcuni equilibri si siano incrinati con la presunta candidatura della Napoli, che dalle nostre parti, cioè nella compagine che sosterrà la candidatura di Gaetano Vallone, la presenza o meno della Napoli non cambierà gli equilibri. Noi la lista la faremo ugualmente con o senza la presenza della Napoli candidata a Sindaco. Chiaro questo? Mi auguro di si.
    Dovremmo – caro Natino – secondo il grande intuito di Dalila Nesci e di chi sostiene l’AAA cercasi, ammettere che a Tropea non ci sono personalità in grado di amministrare in questo momento la città….. robe dell’altro mondo…dovremmo avallare una cosa del genere….pretesa assurda. Io sono convinto del contrario e mi tengo le mie convinzioni. Lei faccia lo stesso carissima signorina Nesci. Questa è quella democrazia a cui credo lei si riferisca vero? Oppure il suo concetto di democrazia prevede che la sua o la vostra sintesi sia quella corretta e l’altra, ossia quella di chi come me ritiene il prof. Vallone un ottimo candidato per la carica di sindaco, sia meno valida? Se così fosse, allora è la sua e non la mia una visione distorta della democrazia. Lasciamolo giudicare ai cittadini con il voto del 21 Marzo chi è più degno di amministrare la città, chi è più capace, chi più idoneo. Il voto a questo serve. Evitiamo commenti e pubblicazioni pretestuosi e lasciamo che il giuidizio di ognuno si formi in piena autonomia e in piena libertà. Dice bene una cosa anzi pone una giusta considerazione: mala fede o ignoranza? Nessuna delle due ovviamente, sempre che il suo dire si riferisca al mio commento e alle mie convinzioni. Ecco, solo convinzioni divergenti. E’ uno scandalo pensare che la Napoli non sia idonea per tempo a governare Tropea? è uno scandalo dirlo pubblicamente? Sono un mafioso o uno ndraghetista quando dico che per Tropea ci vuole un sindaco come Vallone capace di stare al comune 24/24h? Se così mandatemi un avviso di garanzia…anzi suggeriscilo alla sig.ra Napoli.
    Chiudo questo intervento chiedendomi e chiedendo alla signorina Dalila una cosa? Lo sa la signora Napoli che il candidato a Sindaco è un galantuomo e che è il prof. Vallone che ha dato l’anima per la città quando essa era in condizioni ancora peggiori delle odierne? Glielo avete detto nei vostri incontri? Sarei curioso di sapere cosa ne pensa lei, così come sarei curioso di sapere come intenderebbe vivere un eventuale doppio mandato (da lei sempre odiato) nel caso fosse eletta…come sarei curioso di sapere se è d’accordo con me sulla proposta affinché in nessuna lista, anche qui a Tropea ci siano soggetti collusi o attigui ad ambienti poco raccomandabili o che abbiano riportato condanne penali..insomma queste ed altre cose sarei curioso di sapere…dovrò aspettare il 17 per levarmi queste curiosità, sempre che gli organizzatori dell’evento permetteranno DEMOCRATICAMENTE di porre alcune domande all’on. Napoli durante l’incontro….ma di questo credo non ci sia problema.

  2. Egr.signora Nesci,
    siamo alle solite,si fanno annunci roboanti,si da per scontata la candidatura della On.Napoli a sindaco di Tropea,si creano attese spasmodiche,ma poi dulcis in fundo,è tutto un susseguirsi di notizie senza costrutto.
    Premesso che,come ho già avuto occasione di dire su altro spazio messo a disposizione sul Web,la candidatura della On.Napoli, per la statura morale del personaggio, sarebbe auspicabile e ben accetta da tutta la popolazione nessuno escluso,le chiedo e mi chiedo:ma siamo poi così sicuri che per la realtà tropeana,l’elezione a sindaco di un personaggio con una ribalta così importante,sia veramente salutare?
    Analiziamo brevemente la questione, se vuole.
    La On.Napoli,è già impegnata su molti fronti a livello parlamentare,ed io credo faccia già fatica a condividere la propria vita privata, con i gravosi impegni istituzionali che gli sono stati assegnati.Ipotizzare poi che a tempo pieno possa svolgere le funzioni di Sindaco di Tropea, a mio avviso, è una pia illusione,la stessa,si vedrebbe costretta a delegare al proprio posto altra persona facente funzione,risultato? Tropea avrebbe si un Sindaco dal nome roboante,rispettabilissimo,ma in realtà a mezzo servizio.E’ questo che vi augurate?
    Tropea è un paese alla ricerca di qualcuno che gli dedichi con effettivo impegno tutto il proprio tempo, non fosse altro che per il tentativo di dare la soluzione alle molteplici problematiche che si trascinano da anni e mai risolte?
    Ci sono state, è vero, in passato in altre località, candidature di personaggi importanti,ma alla fine l’impegno che hanno profuso non è stato pari alla loro fama ed il risultato è stato a dir poco deludente.
    Se invece come lei vuole farci credere la On.Napoli intende dedicarsi
    anima e corpo alla soluzione dei problemi della nostra Tropea,faccia una cortesia a tutti noi,alla conferenza stampa annunciata per il 17 P.V.,
    ponga alla On. Napoli il seguente Quesito:Intende Lei On.Napoli trasferirsi di fatto a Tropea, rinunciando a qualcuno deli impegni gia assunti per occuparsi a tempo pieno dei problemi che affliggono la città,o pensa di farsi carico anche di questa “onerosa incombenza” occupandosi di questa comunità soltanto negli spazi liberi di tempo ritagliati tra gli incarichi della politica Romana?
    Vorrei fosse chiaro che la On. Napoli, se mai fosse possibile,rappresenterebbe il candidato ideale per la città di Tropea,non fosse altro che per fare quella pulizia morale da tutti auspicata,ma ahimè,temo che ciò sia solo una pia illusione.
    Quanto poi definire “vecchi dinosauri”in modo quasi dispreggiativo, alcuni rappresentanti della “vecchia” politica tropeana,dimostra poca conoscenza dei personaggi stessi o se vuole del personaggio a cui lei fa riferimento.
    Quel” dinosauro”come lei lo definisce, è un monumento di onestà e professionalità ,se lo lasci dire da chi come il sottoscritto ha avuto in passato il piacere e l’onore di conoscerlo ed apprezzarne tutto l’operato.
    A memoria, non esiste nessun ex sindaco di Tropea che si sia adoperato, come lui ha fatto, nel tentativo di dare un volto diverso ad un paese che sembrava avviato verso l’inesorabile dissolvimento.
    Certo le cose col passar del tempo sono di nuovo peggiorate,ma se le responsabilità bisogna assegnare,allora la ricerca va indirizzata verso altri fronti,magari rivolgendo lo sguardo o le attenzioni agli amministratori da poco dimissionari.
    Con stima.
    Natino.

Comments are closed.