Impresa come opera di misericordia

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

131a-impresa

Impresa come opera
di misericordia.

Si avvicina il Giubileo delle donne e degli uomini che fanno impresa che avrà luogo il prossimo 13 maggio a Roma. – E’ passato un mese e mezzo da che Papa Francesco ha incontrato in udienza gli imprenditori di Confindustria. Per la prima volta un pontefice ha ricevuto in Vaticano i rappresentanti della confederazione esprimendo preoccupazione e speranze: “Troppi giovani restano prigionieri della precarietà e della disoccupazione… “No a sete di guadagno, raccomandazioni, favoritismi, disonestà e facili compromessi”. Ricordiamo i temi fondamentali in vista del Giubileo delle donne e degli uomini che fanno impresa.

♦ A Roma il 27 febbraio 2016 circa settemila imprenditori sono stati in udienza dal Papa: la delegazione degli industriali in visita ufficiale dal Pontefice, per la prima volta in oltre un secolo di storia.
Applausi, foto-ricordo con i cellulari e il richiamo di Francesco: “Troppi giovani precari, rifiutate scorciatoie e favoritismi”. Il Pontefice è stato accolto dall’Ave Maria eseguita dall’Orchestra del conservatorio di Santa Cecilia e attraversando l’aula ‘Paolo VI’ ha salutato con affetto le famiglie presenti e in particolare i bambini
♦ Anche agli imprenditori Papa Francesco non ha risparmiato il suo richiamo: “Siete chiamati a tutelare la professionalità, e al tempo stesso a prestare attenzione alle condizioni in cui il lavoro si attua, perché non abbiano a verificarsi incidenti e situazioni di disagio. La vostra via maestra sia sempre la giustizia, che rifiuta le scorciatoie delle raccomandazioni e dei favoritismi, e le deviazioni pericolose della disonestà e dei facili compromessi. La legge suprema sia in tutto l’attenzione alla dignità dell’altro, valore assoluto e indisponibile. Sia questo orizzonte di altruismo a contraddistinguere il vostro impegno: esso vi porterà a rifiutare categoricamente che la dignità della persona venga calpestata in nome di esigenze produttive, che mascherano miopie individualistiche, tristi egoismi e sete di guadagno”.

Ben 5 discorsi di Papa Francesco riguardante questo tema sono stati raggruppati nel volume: “Francesco. L’impresa come opera di misericordia. I discorsi agli imprenditori”.
Un’attività economica rivolta al servizio della persona e del bene comune sono i due concetti base che fanno da filo conduttore tra i cinque discorsi, dove il papa ha più volte ribadito la necessità di: “Cooperare per far crescere uno spirito imprenditoriale di sussidiarietà, per affrontare le sfide etiche e di mercato, prima fra tutte quella di creare buone opportunità di lavoro”.
E’ costante il pensiero del Pontefice verso i giovani, in particolare quelli che ancora non hanno un occupazione “Non avere lavoro non è soltanto non avere il necessario per vivere, no. Il problema è non portare il pane a casa: questo è grave, questo toglie la dignità! Il problema più grave è la dignità. Per questo dobbiamo lavorare e difendere la nostra dignità che dà il lavoro” .
La presentazione del volume è in preparazione al Giubileo delle donne e degli uomini che fanno impresa, promosso dalla Diocesi di Roma e organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Roma, che si svolgerà il 13 maggio alle 18.30, nella basilica papale di San Paolo Fuori le Mura. Il giorno dopo i partecipanti prenderanno parte all’Udienza Giubilare a piazza San Pietro con Papa Francesco.

Si avvicina il Giubileo delle donne e degli uomini che fanno impresa che avrà luogo il prossimo 13 maggio a Roma. - E' passato un mese e mezzo da che Papa Francesco ha incontrato in udienza gli imprenditori di Confindustria.
Si avvicina il Giubileo delle donne e degli uomini che fanno impresa che avrà luogo il prossimo 13 maggio a Roma. Ed è’ passato un mese e mezzo da che Papa Francesco ha incontrato in udienza gli imprenditori di Confindustria. Ricordare i temi.
Condividi l'articolo