Inaspettata la visita a Tropea di Tom Kane

L’attore e produttore americano visita la mostra fotografica dedicata a Raf Vallone

Tom Kane accompagnato dalla moglie Donna si è intrattenuto con i soci di Tropeaeventi

Tom Kane con la moglie Donna durante la visita presso l’antico sedile dei nobili di Tropea

E’ stata proprio una bella sorpresa per i soci dell’Associazione Tropeaeventi quando nel pomeriggio di Sabato 21 gennaio hanno visto entrare nei saloni dell’Antico Sedile dei Nobili di Tropea, dove è allestita la mostra fotografica permanente sulla vita artistica dell’attore tropeano Raf Vallone, l’attore e produttore cinematografico americano TOM KANE noto a livello mondiale per aver preso parte a films del calibro di TORO SCATENANTO, L’INNOCENZA DEL DIAVOLO, KRAMER CONTRO KRAMER, STARS WARS, GLI AMICI IMMAGINARI e tante altre serie televisive.
TOM KANE ha visitato con attenzione la mostra fotografica che ha apprezzato in ogni suo particolare lasciando anche una emozionante frase nel libro firma dell’evento.
L’attore americano accompagnato dalla moglie Donna si è intrattenuto con i soci di Tropeaeventi e chiacchierando con loro ha detto che Raf Vallone e Marcello Matsroianni erano i due attori italiani più conosciuti negli Stati Uniti ed ha raccontato anche particolari e anedoti sulla permanenza di Raf Vallone negli states.
L’attore ha promesso ed ha dato la disponibilità a Tropeaeventi di essere presente a Tropea ad alcuni eventi futuri legati al Premio Nazionale Raf Vallone ed al cinema italiano.
Tom Kane ha apprezzato Tropea, la sua storia, l’arte ed i suoi prodotti tipici ed ha ringraziato il Prof. Pasquale Mazzeo e consorte da sempre partner tecnico di Tropeaeventi, la Dott.ssa Maria Rosaria Costantino ed il Prof. Antonello Scalamandrè.
La mostra permanente inaugurata il 15 Febbraio 2015 (anniversario della nascita di Raf Vallone) è costantemente visitata da turisti, scolaresche, attori, registi e compagnie teatrali provenienti oltre che dall’Italia in particolare da Francia, Belgio, Germania, Spagna, Stati Uniti e Argentina

Condividi l'articolo