Intesa storica per la città di Tropea

Albergatori, Pro loco, e Comune, assieme per promuovere il turismo.

Nelle sale dell’Antico sedile, le parti si sono incontrate per affrontare assieme alcune problematiche.

Incontro nelle sale dell'Antico sedile
Incontro nelle sale dell'Antico sedile

Albergatori, Pro loco e Comune lavorano assieme per promuovere il turismo. Questo, già di per sé, rappresenta una novità storica per la cittadina tirrenica.
Nelle sale dell’Antico sedile, le parti si sono incontrate per affrontare assieme alcune problematiche.
Si è discusso innanzitutto della necessità di sostenere la Pro loco per l’istituzione di un ufficio di Informazioni e assistenza turistica (Iat).
In seguito, il vicesindaco L’Andolina ha illustrato la drammatica situazione relativa allo stato della depurazione a Tropea e nei dintorni e infine i rappresentanti dell’Associazione Albergatori di Tropea (Asalt) hanno presentato una prima bozza per i pacchetti turistici destinati al mercato russo che la delegazione comunale di Tropea dovrà sottoporre il 23 marzo agli amministratori della cittadina russa di Zvenigorod, nell’oblast moscovita.
Ad aprire la riunione è stata la presidente dell’Asalt Danielle Gazeaux, la quale ha invitato il presidente della Pro loco Mario Lorenzo a intervenire. Lorenzo ha illustrato i problemi economici della Pro loco, spiegando che ci vogliono circa 7mila e 500 euro per riuscire a tenere aperto lo Iat per almeno sei mesi. L’ufficio, vista la centralità della sede, ha infatti bisogno della presenza di personale almeno quattro ore al mattino e altrettante nelle ore pomeridiane e serali. Per sostenere la Pro loco, quindi, gli albergatori hanno deciso di prender parte al tesseramento con una quota di 150 euro ciascuno, auspicando che anche i commercianti aderiscano.
A tal proposito, il vicesindaco ha spiegato che, siccome i commercianti saranno convocati prossimamente al Comune per la questione riguardante gli spazi pubblici, si potrà sfruttare quell’occasione per coinvolgerli. Inoltre, sempre L’Andolina ha fatto sapere che attraverso dei manifesti si cercherà di sensibilizzare i commercianti ad aderire al tesseramento della Pro loco.
Passando all’argomento depurazione, L’Andolina ha spiegato all’Asalt «i grossi guai relativi all’impianto di Argani, gestito in modo pessimo durante gli anni passati, e oggi pieno di fanghi che vanno smaltiti». Per queste operazioni servono oltre 400mila euro ed «è necessario – ha puntualizzato il vicesindaco – farlo in fretta prima della stagione estiva». Tranquillizzante, invece, parrebbe essere il discorso riguardante il depuratore di Parghelia di La grazia, per il quale sarebbe «già pronto un finanziamento di un milione di euro». Comunque, L’Andolina ha spiegato che saranno chiesti i danni per la gestione precedente di Argani e inoltre si attendono dei soldi da Ricadi, poiché tale impianto riceve anche i liquami della frazione ricadesse di Santa Domenica. Il vicesindaco ha quindi assicurato agli albergatori che saranno avvisati di ogni passo che verrà compiuto dall’amministrazione in tal senso.
Riguardo i pacchetti turistici destinati al mercato russo, relazionati da Rocco Forelli, è stato presentato un quadro preliminare di pacchetto unico sui soggiorni, con differenze in base alle categorie, ma che comunque ogni struttura dovrà gestire in autonomia confrontandosi con il tour operator.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta

Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.