#InvadiAmoZungri, “La Città di Pietra”

Associazione di Promozione Territoriale “CosiMali

“Si può resistere all’invasione degli eserciti, ma non si può resistere all’invasione delle idee e degli ideali” (Nicola Gratteri)

Le “Invasioni Digitali”, manifestazione culturale volta a promuovere il patrimonio storico, archeologico e culturale italiano, arrivano a Zungri.
Il prossimo 6 maggio gli “invasori digitali” si ritroveranno ne la “Città di Pietra, pronti ad invadere l’Insediamento Rupestre degli Sbariati – uno dei più pregevoli esempi di popolamento antropico in Calabria – ed il Museo della Civiltà Contadina e Rupestre zungrese.
Il progetto de le “Invasioni Digitali, nato per diffondere la cultura digitale e l’utilizzo degli open data, mira a formare e sensibilizzare i cittadini e le istituzioni all’utilizzo del web e dei social media per favorire una concezione aperta e diffusa del patrimonio culturale italiano; in modo da non parlare più di pubblico, ma di partecipanti alla co-creazione dell’offerta culturale.
“Fare Rete” per promuovere l’immenso patrimonio storico-artistico-culturale in Italia. Coniugare il viaggio alla scoperta della cultura e i nuovi modi di socializzarla. Niente più taccuini, ma smartphone ed hashtag, per fondere insieme racconto, descrizione e promozione del territorio e dei luoghi.
L’evento verrà organizzato e coordinato da una forte sinergia tra associazioni ed istituzioni: l’Associazione di Promozione Territoriale “Cosi Mali” – che per il terzo anno di fila coordina le “Invasioni Digitali” lungo la “Costa degli Dei”-, l’Amministrazione Comunale di Zungri – ente patrocinante della manifestazione – il Touring Club di Lamezia Terme, il FAI Vibo Valentia, le associazioni “Art Contest” e “Bici Insieme paesaggi in movimento di San Costantino Calabro”.
Attraverso smartphone, tablet e con la condivisone social di contenuti multimediali (foto, video, testi ecc.), accompagnati dai diversi hashtag (i principali saranno #InvasioniDigitali; #InvadiAmoZungri), il web verrà “invaso” da centinaia di punti di vista differenti l’un l’altro, ma con il medesimo obiettivo: promuovere il patrimonio culturale da valorizzare.
La manifestazione culturale “Le Invasioni Digitali” è gratuita, apolitica e rivolta a tutti coloro che amano il proprio territorio!

 

Condividi l'articolo