L’Ascot in piazza

In mezzo ai cittadini

Al gazebo raccolte le lamentele della gente

L’associazione dei commercianti (Ascot), presieduta da Deborah Valente, ha allestito un gazebo in Piazza Vittorio Veneto, zona centrale della città, per raccogliere in un’apposita urna i messaggi dei cittadini che volevano esprimere la loro opinione, critica o favorevole, sull’operato dell’Amministrazione Comunale, dando a tutti la possibilità di avanzare le proprie perplessità o le proposte in merito alla soluzione dei problemi urgenti. La situazione del paese è in allarme e l’Ascot, nata con il fine di coordinare le iniziative di categoria e intrattenere un dialogo costruttivo con le Istituzioni, in particolar modo con il Comune, si è trovata a doversi mobilitare per cercare di risollevare le sorti della cittadina, lanciando anche numerosi appelli all’Amministrazione targata Antonio Euticchio. La stagione estiva si avvicina sempre più e Tropea deve portare a termine la missione quasi impossibile di giungere all’appuntamento puntuale e preparata, ben organizzata. Oltre alla protesta, espressa tramite un video ed un pannello con foto che documentano le situazioni di degrado, l’associazione ha voluto offrire a tutti i cittadini l’occasione di partecipare e proporre, due diritti fondanti della democrazia. Il momento delle proteste c’è già stato in occasione della serrata dei negozi, il 13 Marzo scorso. Ma le risposte tardano ancora ad arrivare e l’associazione dei commercianti ribadisce: «Qui non c’entra il colore politico, né la maggioranza, né l’opposizione; c’è solo un problema che va affrontato insieme da tutti i tropeani. I commercianti non sono il “nemico”, ma una risorsa su cui contare».

Condividi l'articolo