La “Corrente Angela Napoli”

L’on. sarà sempre il nostro punto di riferimento

Adilardi:”Il mio gruppo è pronto a collaborare con il nuovo sindaco”

Carmine Adilardi – foto Libertino

Abbiamo intervistato la “corrente Napoli”, ovvero il gruppo politico di Carmine Adilardi che qualche tempo fa aveva proposto l’on. Angela Napoli come sindaco della città. Svanita questa proposta, il nuovo sindaco di Tropea diventa Adolfo Repice anche grazie al contributo del gruppo politico in questione. Infatti Adilardi spiega: ‹‹Visto la situazione di degrado avuta in paese, con il susseguirsi di amministrazioni che si interrompevano nello spazio di poco tempo, noi abbiamo deciso, come gruppo, di appoggiare la candidatura di Repice. Lo abbiamo fatto con la stessa idea di quando avevamo proposto Angela Napoli come candidata a sindaco, ovvero ricercando il cambiamento. Oggi possiamo comunque dire che a Tropea, ha vinto il cambiamento da noi auspicato già quando ci siamo dati da fare pubblicando un articolo sul sito www.tropeaedintorni.it dal titolo “AAA Cercasi sindaco”››.
Il gruppo politico legato alla figura di Angela Napoli, ha infatti intuito questa voglia di rinnovamento e ha contribuito in maniera concreta alla competizione elettorale, sostenendo la lista “Passione Tropea”. Adilardi così puntualizza: ‹‹Non avendo alcun rappresentante politico all’interno, abbiamo fatto una campagna elettorale per l’intera lista. Devo dire che questo ci ha penalizzato, nel senso che ora non abbiamo un nostro referente all’interno del Consiglio comunale, per cui non abbiamo la possibilità di incidere su quelle che saranno le cose da fare››. Adilardi continua: ‹‹Siamo stati anche noi determinanti per la vittoria, ma purtroppo ci mancano gli strumenti per l’effettiva realizzazione del programma e per l’affermazione delle nostre idee che si basano su eticità, legalità e partecipazione››.
Il gruppo politico di Adilardi dunque, è conscio della situazione attuale in cui versa il paese, per questo parte da una constatazione dei fatti: ‹‹Le aspettative che sono nate, sono tante. Non sarà facile soddisfarle tutte, perché il paese è allo sbando sia nel settore dei servizi, sia in quello della programmazione. La prima cosa da fare è mettere in riga la macchina comunale per poi dare seguito ai progetti ad ampio respiro››.
Ma la “corrente Napoli” ha già meditato sulle proposte: ‹‹Per noi i progetti più importanti sono quelli legati al turismo e al territorio. Proprio a riguardo, se dovesse il sindaco assegnare un assessorato alla nostra componente, noi siamo pronti ad indicare un nominativo esterno. Una persona che abbia il senso della legalità, la competenza necessaria e soprattutto che abbia le idee chiare su quello che sarà lo sviluppo del nostro territorio››. Il referente del gruppo ribadisce: ‹‹È inutile precisarlo, ma anche nell’ indicazione del nome, abbiamo intenzione di coinvolgere colei che è il nostro principale punto di riferimento: l’on. Angela Napoli. Per cui se il sindaco e la nuova amministrazione sono d’accordo, su queste basi noi siamo pronti a collaborare››. Insomma la “corrente Napoli” vorrebbe coadiuvare la nuova amministrazione e per tali motivi lancia questa proposta al nuovo sindaco.
Adilardi fa trasparire una certa delusione per il mancato coinvolgimento del suo gruppo politico alla prima riunione indetta da Repice e spiega: ‹‹C’è stata una riunione alla quale non siamo stati invitati perché pare si svolgesse solo con gli eletti. Ma a mio avviso, la prima riunione doveva essere fatta con tutte le componenti che hanno contribuito alla vittoria della lista “Passione Tropea››.
Dunque auspicando un incontro a breve con il sindaco, il pensiero della “corrente Napoli” potrebbe racchiudersi in questa affermazione finale di Adilardi: ‹‹Logica politica vorrebbe che, non avendo noi alcun consigliere, fossimo politicamente rappresentati nel consiglio comunale e qui tutta la responsabilità ricade sul sindaco quando andrà a determinare la sua squadra. Se non saremo presenti nelle istituzioni del Comune, vigileremo comunque sull’operato della nuova amministrazione e di volta in volta lo giudicheremo con la massima serietà, perché sappiamo già che “i falchi” si aggirano nella nostra città. Allora, è interesse di tutti collaborare per il bene e la serenità del paese››.

Condividi l'articolo