La lista di Gaetano Vallone

“Uniti per la rinascita di Tropea”

Presentata tra l’entusiasmo di una gremita sala di sostenitori

"Uniti per la rinascita - con Vallone sindaco" - foto Libertino

Presentata tra l’entusiasmo di una gremita sala di sostenitori all’ Hotel “La Perla la lista “Uniti per la rinascita – con Vallone sindaco”. Presenti il coordinatore provinciale Valerio Grillo ed il vice-coordinatore Francesco Bevilacqua, ma anche alcuni dei candidati alle regionali con Scopelliti tra cui Nazzareno Salerno, Franco Miceli Pasquale Purita e Pasquale Mazzeo che hanno portato il loro saluto e la loro vicinanza al candidato sindaco. Ad introdurre il tutto è stato il consigliere provinciale del Pdl, Giovanni Macrì, principale artefice di questa lista che ha dichiarato di essere stato impegnato in prima persona per promuovere la candidatura di un ex primo cittadino popolare, spesso etichettato come sindaco dell’acqua e della spazzatura, ma che grazie l’attenzione all’ordinario ha impostato azioni che hanno portato la cittadina a primeggiare in tante classifiche nazionali ottenendo importanti riconoscimenti. Dello stesso avviso il coordinatore provinciale Valerio Grillo che ha affermato: “Il grande amministratore si misura proprio in una efficiente amministrazione dell’ordinario che costituisce la base su cui impostare azioni mirate allo sviluppo. La cittadina allo stato attuale è come regressa di trent’anni. Soltanto risolvendo i problemi più urgenti si può lavorare per riportare in alto l’immagine di Tropea”. A testimoniare la sua vicinanza anche il coordinatore cittadino del Pdl, Giuseppe Lonetti che ha voluto fugare ancora una volta i dubbi sulla scelta della candidatura di Vallone da parte della sezione cittadina. E’ stata poi la volta di Lucio Ruffa, candidato consigliere della lista, che ha affermato, nel corso di un lungo e appassionato intervento: “Ritengo che Gaetano Vallone sia l’uomo più coerente degli ultimi 50 anni della storia cittadina, è l’unico uomo che può riprendere in mano le sorti della nostra amata Tropea”. Ha poi illustrato il simbolo della lista che è composto da una stilizzazione dell’Isola, simbolo turistico di Tropea chiuso al pubblico da anni, affiancato da una fenice stilizzata che rappresenta appunto la rinascita. Ruffa è passato poi alla presentazione dei singoli candidati e delle loro peculiarità umane e professionali e ai quali sono stati tributati calorosi applausi. A prendere la parola è stato poi il vice coordinatore provinciale Francesco Bevilacqua che ha dichiarato di impegnarsi a riprendere in mano il disegno di legge depositato in Senato sulla rupe di Tropea. Ha voluto poi esprimere apprezzamento per il candidato sindaco che ancora una volta ha voluto mettersi in gioco esclusivamente per amore della sua cittadina e per Giovanni Macrì che, nonostante non sia stato candidato “non per demerito”, ma per alcune scelte obbligate, è rimasto comunque a disposizione del partito. Infine ha parlato ai cittadini il candidato sindaco Gaetano Vallone che ha illustrato i diversi punti del programma amministrativo tra cui le politiche sociali, le strategie per lo sviluppo del turismo, la pavimentazione di importanti vie e piazze del centro storico, la riqualificazione urbana di zone degradate, la realizzazione di opere pubbliche urgenti come le scuole e delle opere rimaste incompiute. Su questo punto il già primo cittadino è stato chiaro: “Qualora fossi eletto vedrete presto i cantieri riaperti”. Infine vi è l’idea dell’istituzione di una commissione permanente di studio delle procedure per ottenere fondi importanti come quelli comunitari che finiranno dopo il 2013 per essere attribuiti ad altre zone d’Europa.

 

Condividi l'articolo