La luce del mondo

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

La luce del mondo.

“Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita». (Giovanni 8,12). E Gesù vuole comunicare la sua luce a tutti noi.
– Ciò avviene nel rito del Battesimo, quando il sacerdote consegna la candela accesa al Cero pasquale (Cristo): «Ricevete la luce di Cristo». Queste parole ricordano che non siamo noi la luce, ma Gesù Cristo, il quale, risorto dai morti, ha vinto le tenebre del male. Noi siamo chiamati a ricevere il suo splendore! Come la fiamma del cero pasquale dà luce a singole candele, così la carità del Signore Risorto infiamma i cuori dei battezzati, colmandoli di luce e calore” (Papa Francesco).
-Ma attenzione. non si può avere la pretesa di illuminare gli altri, se non si riceve luce da Cristo!

Una volta un gruppo di giovani organizzò una significativa performance.
Accesero una grande candela in fondo alla sala per simboleggiare Gesù Cristo.
Tre di loro avevano candele nelle loro mani.
– Il primo andò avanti e accese la sua candela a quella grande. Ma ritornando in mezzo agli altri, si vergognò e nascose la propria candela dietro la porta.
– Il secondo fece peggio. Andò avanti e accese la sua candela. Ma quando ritornò in mezzo agli altri, improvvisamente spense la candela e la gettò a terra.
Il terzo si fece avanti, accese la sua candela a quella grande e uscì camminando insieme ai suoi compagni. Quando vide la candela dietro la porta, la raccolse e la porse al compagno che l’aveva nascosta, e i due camminarono insieme. Vedendo l’altra candela gettata a terra, la presero, la accesero di nuovo con le loro candele e la consegnarono a colui che l’aveva gettata.
♥ Da quel momento i tre decisero di camminare sempre insieme, in modo che uno aiutasse l’altro a mantenere la sua candela accesa. È la vita della comunità.
♥ Ciò che è importante è che la nostra candela del battesimo non si spenga mai. La vita in comunità è necessaria per noi per perseverare nella sequela di Gesù. Il profeta Simeone disse a Maria che suo figlio sarebbe stato “luce per illuminare le genti” (Lc 2,32).
Possa questa Luce aiutarci a non lasciare mai spegnere la nostra candela.

Segno battesimale
  Nel rito del battesimo il papà o il padrino accende alla fiamma del cero pasquale la candela del battezzato mentre il celebrante dice: “Ricevete la luce di Cristo. A voi, genitori, e a voi, padrino e madrina, è affidato questo segno pasquale, fiamma che sempre dovete alimentare. Abbiate cura che il vostro bambino, illuminato da Cristo, viva sempre come figlio della luce; e perseverando nella fede, vada incontro al Signore che viene, con tutti i santi, nel regno dei cieli.

(Fonte: cf Historinhas do Padre Queiroz, redentorista brasiliano).

“Voi siete la luce del mondo!“ La luce di Dio deve brillare viva attraverso di noi, annunciando con coraggio e fiducia la giustizia e denunciando le ingiustizie e le violenze contro i più deboli.

Condividi l'articolo