La misericordia fa fiorire la vita

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

030vita

La misericordia fa fiorire
la vita.

Oggi, domenica 7 febbraio, è la Giornata Nazionale della Vita, sul tema “La misericordia fa fiorire la vita”. Come si può viverla? Innanzitutto non pensando “solo” alla propria vita (la propria salute, il proprio lavoro, i propri problemi) ma aprendosi a conoscere e rispettare la vita dell’altro, soprattutto del più indifeso. Da questo semplice confronto nascerà un rinnovato apprezzamento della nostra vita e uno sguardo nuovo, di solidarietà e di misaricordia, verso la vita dell’altro: alla vita nascente, alla vita al tramonto. Un ricordo: con mia madre andai un giorno a visitare un ammalato terminale, consumato da un terribile cancro: una vista impressionante. Al termine della visita, mi confidò: “Ora so, che se dovessi lamentarmi dei miei problemi, farei peccato!”

♦ Chiesa, vita e numeri

  • La Chiesa non abdicherà mai al suo ruolo di principale baluardo della persona umana in tutto l’arco della sua vita fin dal concepimento (San Giovanni Paolo II) – Ruolo che, forse, per un certo tempo è stato forse un po’ trascurato dalle gerarchie ecclesiastiche. E che oggi, specie grazie all’ispirazione fornita dall’Anno giubilare, ha l’occasione di incontrarsi con il tema della misericordia. – Lo spazio su cui deve distendersi la misericordia è vastissimo: è stato calcolato che nel mondo vengono effettuati ogni anno 50.000.000 di aborti procurati.
  • E’ molto attivo il Segretariato per la Vita: che è molto più di un centro di aiuto alla vita. È un organismo di sostegno alla maternità difficile a 360 gradi, che, in coordinamento con soggetti come i consultori o le case-famiglia, si prefigge, anche per mezzo di corsi di formazione, di costruire una vera e propria cultura della vita, andando controcorrente rispetto alla mentalità dominante.
    Lo scorso anno ha compiuto 30 anni di attività, nel corso dei quali sono state accolte oltre 14.500 mamme e oltre 3.000 bambini sono stati salvati dall’aborto.
  • In questa domenica il Segretariato per la Vita metterà il sigillo a un’iniziativa già avviata: lo sportello di ascolto per le donne che hanno abortito e soffrono tremendamente il rimorso di tale scelta. È un’ulteriore atto d’amore per queste donne, che non devono essere colpevolizzate ma accolte.
  • Questo sarà uno dei modi migliori per celebrare la Giornata per la Vita, durante il Giubileo della Misericordia. Anche se la Giornata per la Vita… dovrebbe essere questione di tutti i giorni!
    (fonte: cf zenit.org, passim)

Dal vangelo di questa domenica (Lc 5,9-11)
Al vedere la quantità enorme di pesci nella rete, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini».
E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

Insieme a Cristo tutto diventa possibile, anche salvare molte vite!

San Leopoldo Mandic e San Pio da Pietrelcina nella Basilica di San Pietro fino all'11 febbraio - Due umili frati, che hanno trascorso la vita a dispensare il perdono e la misericordia di Dio, sono additati come esempio nel Giubileo straordinario della misericordia. Il cardinale Comastri: questi due santi ci indicano la strada verso le Beatitudini.
San Leopoldo Mandic e San Pio da Pietrelcina nella Basilica di San Pietro fino all’11 febbraio – Due umili frati, che hanno trascorso la vita a dispensare il perdono e la misericordia di Dio, sono additati come esempio nel Giubileo straordinario della misericordia. Il cardinale Comastri: questi due santi ci indicano la strada verso le Beatitudini.
Condividi l'articolo