La Rassegna Teatrale “Teatro d’aMare”

Emozioni e grandi consensi per la prima edizione della rassegna

Prossimo appuntamento: Gli Occhi della Mente di Carchidi e D’Aloi

La prima edizione della Rassegna Teatrale “Teatro d’aMare” strappa subito grandi consensi. Cristiana Minasi e Giuseppe Carullo, con il pluripremiato “Due Passi Sono”, ridanno vita al Teatro della Marrana con un’incetta di emozioni che convince il pubblico.

La prima edizione della Rassegna Teatrale “Teatro d’aMare”
La prima edizione della Rassegna Teatrale “Teatro d’aMare”

Due Passi Sono, il primo lavoro del duo Carullo-Minasi è uno spettacolo di coppia, una coppia stanca del fuori che si abitua al dentro, di fondo c’è un’insofferenza dovuta alle gambe molli, alla paura di essere parte di ciò di cui non si vuol far parte. Lo Spettacolo, che catapulta il pubblico nella tenera vita di “Pè e Crì” attraverso i loro comici battibecchi, si evolve in un’escalation che lascia il pubblico col fiato sospeso fino al finale strappalacrime. Giuseppe Carullo e Cristiana Minasi collaborano ormai da quattro anni e da qualche mese hanno prodotto il “De Revolutionibus – sulla miseria del genere umano” tratto dalle Operette Morali di Giacomo Leopardi.
L’atmosfera che si è creata, è stata agevolata dalla location suggestiva e dal lavoro di tutto il team. Inoltre ha contribuito a rendere magica la cornice una nota di colore: la mostra fotografica “DI-RE-AZIONI” a cura di Antonella Carchidi.
Il pubblico, numerosissimo, si prepara al secondo appuntamento: Gli Occhi della Mente di Francesco Carchidi e Giuseppe D’Aloi; una tragicommedia musicale che unisce la creazione teatrale all’accompagnamento musicale, domenica 9 agosto alle ore 21:30

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.