La storia del borgo in un volume

Uno dei luoghi più caratteristici della cittadina tirrenica è di certo il ‘borgo’. Quest’area urbana, oggi praticamente integrata nel centro storico di Tropea, era un tempo il confine della cittadella fortificata. Al di là di essa solo orti e zone agresti. Le botteghe e le officine dei fabbri, presenti in così gran numero da farle prendere l’appellativo di ‘via dei forgiari’, sono oggi state trasformate in locali di ogni genere e negozi molto apprezzati dai turisti. La via – che da oltre cent’anni è teatro della festa de ‘I tri da’ Cruci’, di certo la più importante della città – sta subendo oggi ulteriori cambiamenti, grazie agli interventi di pavimentazione che le consentiranno di competere per eleganza al corso Vittorio Emanuele. Come spiegare quindi alle generazioni che verranno l’immenso patrimonio culturale che questa via porta con sé?
Lasciar traccia di ciò che è stato, di ciò che rappresenta parte dell’identità di un paese è cosa assai nobile. Ci ha provato Antonio Cotroneo, nel libro dal titolo ‘Stori du burgu: ‘na cuntrata i Trupea’. L’uscita di questo testo – edito dal giovane Giuseppe Meligrana, che dirige l’omonima casa editrice – rappresenta di certo un evento per gli amanti di storia locale. Con la collaborazione dell’Associazione Accademia degli Affaticati, il libro verrà presentato alle 17 nella biblioteca comunale di Tropea.

Condividi l'articolo
Francesco Barritta
Francesco Barritta

Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all’albo professionale dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.