La terza edizione della Parata storica

La Parata si svolgerà il 25 agosto 2017 dalle ore 19:00

La manifestazione mette in scena la rievocazione di un evento importante per la storia della città, la liberazione di Tropea del 1615

Tutto pronto per la terza edizione della Parata storica rievocante la Liberazione di Tropea del 1615, organizzata dall’Associazione storico culturale “Libertas”, costituita per dare un fondamento utile al perseguimento di diverse finalità scaturite dall’esperienza del Comitato che ha celebrato il Biennio del quarto centenario.
La manifestazione mette in scena la rievocazione di un evento importante per la storia della città: l’annullamento dell’atto di vendita di Tropea e dei suoi casali al Principe di Scilla Vincenzo Ruffo da parte del Viceré di Napoli Don Pedro Fernandez de Castro per la consistente somma di 191.041 ducati, il reale rescritto del Re Filippo III che fu vissuto dalla collettività come una liberazione, ma che fu preceduto da un’intensa e abile opera diplomatica di tre illustri giuristi: Luigi Lauro, Ferdinando d’Aquino e l’abate Tommaso Giovanni Pelliccia.
La Parata storica si svolgerà il 25 agosto p.v. alle ore 19:00 presso Piazza Ercole.
Diverse le novità di quest’anno, dovute all’esigenza costante di migliorare la qualità dell’evento e garantire l’ordinato svolgimento della Parata.
Il programma sarà il seguente: Alle 18.30 il Gruppo Folk “Le Chiazzarole di Tropea” sfilerà da Largo Villetta del Cannone lungo il tratto di Via Indipendenza che conduce in Via Vianeo e attraverso Via Lepanto e Largo Ruffa giungerà all’Affaccio Raf Vallone, dove si esibirà con alcuni balli tradizionali per trasmettere il clima di festa delle classi popolari di fronte alla notizia della liberazione. Da qui il gruppo folk risalirà lungo il Corso Vittorio Emanuele III per posizionarsi in Piazza Ercole dove attenderà l’arrivo dei tre giuristi e dei due sindaci (uno per la nobiltà e uno per gli Onorati del popolo) dall’antica Porta di Mare (Largo Duomo) e da Via Roma. Ad introdurre la Parata sarà il banditore, interpretato dall’attore Francesco Carchidi, che descriverà le fasi salienti dell’epopea ai presenti. Appena i cortei saranno giunti in Piazza Ercole sul balcone dell’Antico Sedile saranno incoronati con delle corone d’alloro i tre giuristi, affiancati da tre ancelle e una coppia di paggetti. Questi reciteranno alcune poesie celebranti Tropea le quali sono impresse sui dieci stendardi che faranno da coreografia all’evento insieme ai circa 30 figuranti in costume d’epoca affacciati dai balconi dei Palazzi patrizi.
La lettura delle poesie sarà accompagnata dalle note classiche eseguite da una violinista.
Al termine della Parata si esibirà anche un gruppo di sbandieratori e si svolgerà il discorso conclusivo del presidente dell’Associazione, Dario Godano, del Presidente onorario Prof. Saverio Di Bella, e del Presidente della Consulta delle Associazioni, Avv. Ottavio Scrugli,, che avrà luogo in Largo Mercato (angolo Tre Fontane) dove verrà deposta una corona d’alloro sull’epigrafe celebrativa inaugurata nel 2016.
Seguirà una cena storica, caratterizzata dalla presenza dei figuranti in costume d’epoca, presso l’Albin’s Pub, locale sito in Via Glorizio dove, secondo le fonti, furono allestite le mense pubbliche per festeggiare la Liberazione di Tropea.
L’Associazione culturale Libertas intende ringraziare tutti gli enti pubblici e le associazioni che hanno dato sostegno all’iniziativa. La manifestazione ha infatti il Patrocinio morale dei comuni di Tropea, Parghelia, Ricadi, Spilinga, Zambrone, Zaccanopoli, Drapia. Partner dell’iniziativa è Unicram – Camera regionale Arte e Moda Calabria. Hanno fornito la loro preziosa collaborazione: LaboArt, Gruppo Folk “Le Chiazzarole di Tropea”, l’associazione “I Tri da Cruci”, l’Istituto d’Istruzione Superiore di Tropea, l’Accademia degli Affaticati, la Pro Loco di Tropea e la costumista Rita Mazzitelli. Si ringraziano infine tutti gli sponsor per il generoso sostegno dato all’iniziativa.

Associazione storico culturale Libertas

Condividi l'articolo