La XXX edizione de “Il Fanciullo e il Folklore – Incontro con le nuove generazioni”

Comunicato stampa

Dal 25 al 27 aprile un ampio programma dedicato al folklore giovanile

FanciulloFolklore2014
Il gruppo folklorico “Città di Tropea”, presieduto da Andrea Addolorato, è orgoglioso di ospitare nella perla del Tirreno la 30.ma edizione de “Il Fanciullo e il Folklore – Incontro con le nuove generazioni”, in programma dal 25 al 27 aprile. Un traguardo atteso e inaspettato, che rende omaggio alla nostra città lanciandola nell’ottica nazionale degli eventi popolari. La Rassegna internazionale di folklore giovanile organizzata dalla Federazione italiana tradizioni popolari, presieduta da Benito Ripoli, fa infatti tappa in Calabria. L’edizione 2014 vedrà parte attiva il Gruppo folklorico “Città di Tropea”, al quale è stata affidata la macchina organizzativa a livello locale, e il Comitato regionale della Fitp. La manifestazione si avvarrà della collaborazione dello Iov, dell’Igf, del Comune, della Regione e di altre realtà associative della “Perla del Tirreno”. A Tropea arriveranno gruppi folklorici dalla Sardegna, dalla Sicilia, dalla Basilicata, dalla Puglia, dalla Campania, dalle Marche, dalla Lombardia e dal Friuli Venezia Giulia. Folta la rappresentanza dei sodalizi calabresi, in rappresentanza delle varie province della regione. Due gruppi stranieri, infine, uno proveniente dall’India, l’altro dalla Yakutia (una Repubblica autonoma della Russia, situata nella Siberia orientale), renderanno ancora più unica questa 30.ma edizione de “Il Fanciullo e il Folklore – Incontro con le nuove generazioni”.
Ampio il programma della tre giorni dedicata al folklore giovanile. Particolare attenzione sarà data alla Rassegna del documentario etnografico, abbinata alla manifestazione e quest’anno giunta alla nona edizione (tema del 2014 “Pellegrinaggi e fiere nella religiosità popolare”). Si tratta di un concorso a premi per promuovere ricerche e relativi documentari cinematografici sul patrimonio etnografico nazionale e internazionale che, in occasione di questa edizione tropeana, si terrà nelle sale del Museo Diocesano della città.
Una festa per il folklore, ma soprattutto per la città e la popolazione, con il coinvolgimento di tutte le realtà presenti sul territorio e la collaborazione del vicino comune di Parghelia. È prevista infatti anche una partita di calcio di beneficenza, presso lo stadio “G.Grillo” di Parghelia” tra i membri della “Fitp” e la consulta delle associazioni del territorio. L’obiettivo è quello di rendere partecipe tutta la cittadinanza e le associazioni, in una rete fatta di collaborazione positiva per il tessuto sociale del paese.
Grande l’emozione dei ragazzi del gruppo, i quali avranno, grazia alla collaborazione del gruppo folk “Le chiazzarole” di Tropea, il compito di accogliere e accompagnare i tanti gruppi folklorici in visita a Tropea durante questi tre giorni, mentre tutti gli aspetti legati alla sicurezza saranno curati dai volontari della “Croce azzurra Tropea e Ricadi”.
Prevista, inoltre, una mostra fotografica in largo San Michele intitolata “C’era un volta Tropea” e curata da Franco Cimino con la collaborazione dello studio fotografico “Foto Antonello”.
Nella mattinata conclusiva, infine, la santa messa sarà officiata dal vescovo della diocesi di Mileto, Nicotera e Tropea Monsignor Luigi Renzo.
Un lungo weekend, dunque, che permetterà ai protagonisti della 30.ma edizione de “Il Fanciullo e il Folklore – Incontro con le nuove generazioni” di conoscere uno degli angoli più belli d’Italia. Tropea e la Calabria intera apriranno le porte al folklore giovanile internazionale.
Parteciperanno alla 30.ma edizione de “Il fanciullo e il folklore – incontro con le nuove generazioni” i gruppi tradizionali e folkloristici:
“Kore” di Enna
“Santa Lucia” di Bagnarola di Sesto al Reghena (Pordenone)
“La Provenzana” di San Bartolomeo in Galdo (Benevento)
“Pacchianeddra Sansustisa” di San Sosti (Cosenza)
“Canterini di Serrastretta” (Catanzaro)
“I Tencitt” di Cunardo (Varese)
“I Gargarensi” di San Giovanni Rotondo (Foggia)
“Città di Tropea” (Vibo Valentia)
“Le Chiazzarole di Tropea” (Vibo Valentia)
“I Piccoli dell’Eco” di San Giovanni Rotondo (Foggia)
“Città di Milazzo” (Messina)
“Asprumunti” di Cardeto (Reggio Calabria)
“Lu Chicchirichì” di Viggiano (Potenza)
“Francesco Bande” di Sassari
“Rang Surghi” (India)
“Eye Erik” (Yakutia)
“Calabria Citra” di Morano Calabro (Cosenza)
“I Puricini” di Vibo Valentia
“Miromagnum” di Mormanno (Cosenza)
“Pro Loco del Pollino” di Castrovillari (Cosenza)
“Ortensia” di Ortezzano (Fermo)
“Città di Sant’Onofrio” (Vibo Valentia)
“Pizzeche & Muzzeche” di Vieste (Foggia)

Condividi l'articolo