Laboart il 26 maggio al teatro del Porto di Tropea

Un dramma, un concerto ed un musical!.

Epifanio, Teramo e Macrì impegnate negli ultimi preparativi dello spettacolo.

Le fondatrici di Laboart: Maria Macrì,  Annalisa Epifanio, Maria Grazia Teramo - foto Libertino
Le fondatrici di Laboart: Maria Macrì, Annalisa Epifanio, Maria Grazia Teramo - foto Libertino

I ragazzi di Laboart in questi ultimi giorni intensificano le prove del loro spettacolo di chiusura dell’anno che si terrà sabato 26 maggio alle ore 20 e 30 al teatro del Porto di Tropea.
Questa volta l’esibizione proposta dall’associazione culturale Laboart si suddivide in tre tempi: nella prima parte il dramma de “I ciechi” di Maurice Maeterlinck, nella seconda parte il mini concerto dei chitarristi ed infine un musical ispirato al “Moulin Rouge” di Baz Lhurmann
A coordinare e preparare gli allievi, le instancabili e temerarie fondatrici di Laboart: Maria Grazia Teramo, Maria Macrì ed Annalisa Epifanio che dicono di aver voluto abbandonare “l’impostazione del saggio scolastico per abituare gli allievi all’idea di una vera esibizione. I ragazzi hanno risposto con grande impegno e serietà alla fiducia che abbiamo riposto in loro”.
Insomma quest’anno a ciascun corso gli insegnanti di Laboart hanno dedicato un momento a sé stante, permettendo agli allievi di misurasi con altre difficoltà artistiche: un testo teatrale vero e proprio, un concerto ed un musical.
Laboart invita tutta la cittadinanza a partecipare!

Condividi l'articolo