L’AVIS Tropea sensibilizza i giovani ad una corretta alimentazione

“Mangiare, è incorporare un territorio”

Nel progetto è stato coinvolto anche il regista tropeano Enzo Carone

L’AVIS Tropea sensibilizza i giovani ad una corretta alimentazione
L’AVIS Tropea sensibilizza i giovani ad una corretta alimentazione

“Mangiare, è incorporare un territorio” – citazione questa di Jean Brunhes, geografo Francese. E quale citazione migliore per descrivere l’incontro svoltosi stamane presso l’Istituto per i servizi enogastronomicidi Tropea, dove è stata messa in evidenza l’importanza di una corretta alimentazione. Più precisamente sono state illustrate le peculiarità della cosiddetta “piramide alimentare” e della “dieta mediterranea”.
Il progetto “Mangiare bene…fa BENE!”, ideato dall’Avis di Tropea, presieduta da Caterina Forelli, con il contributo si da Avis Calabria, presieduta da Rocco Chiriano, anche quest’anno ha voluto investire in un’opera di sensibilizzazione alla corretta alimentazione destinata ai giovani.
Nel progetto è stato coinvolto anche il regista tropeano Enzo Carone, che ha filmato i momenti salienti dell’iniziativa per poi realizzare un docu-fiction da veicolare nelle scuole di tutta la Calabria, anche attraverso il lavoro di sensibilizzazione e informazione di oltre centocinquanta Avis comunali della nostra Regione. Sarà inoltre presente nello spazio allestito da Avis Nazionale all’Expo di Milano, durante la settimana in cui si celebra la giornata mondiale del domatore di sangue, il 14 giugno.
La prima fase del progetto, e cioè l’incontro tenutosi presso la palestra comunale di Tropea sabato 21 marzo, la dott.ssa Maria Di Renzo, diabetologa, ha illustrato, con grande competenza, le linee generali degli alimenti per nutrirsi in modo sano.
Alla base di una corretta alimentazione ci sono le 4 M: Mangiare Meglio, Muoversi Molto. E’ stata sottolineata l’importanza di non seguire diete improvvisate, digiuni, e soprattutto è stato ribadito il concetto che la dieta non significa privazione, e che imparare a mangiare è fondamentale per una vita sana.
La seconda fase del progetto ha visto come protagonisti gli studenti dell’Istituto Alberghiero di Tropea, i quali, sotto la guida dei loro docenti di cucina, si sono cimentati nella preparazione di piatti, utilizzando le materie prime alla base della piramide alimentare.
Queste pietanze, ispirate alla dieta mediterranea, propria del nostro territorio, e che è stata dichiarata patrimonio dell’umanità. Caterina Forelli, presidente dell’Avis di Tropea ha introdotto gli argomenti che sono stati trattati nel corso della giornata, ricordando che una corretta alimentazione sono alla base di una vita sana, e che per chi dona mantenersi in salute è anche un dovere morale.
La parola è passata alla dott. Maria di Renzo che, riprendendo i concetti illustrati nella giornata di sabato ha spiegato la disposizione dei piatti che hanno composto la piramide, precisando che alla base c’è il movimento, ed insieme allo sport, possiamo trovare tutti quegli alimenti che dovrebbero essere consumati ogni giorno, nello specifico pasta, pane, legumi, frutta e verdura, senza tralasciare le proteine animali, soprattutto quelle date dai prodotti ittici. Al secondo livello abbiamo tutti quegli alimenti che bisognerebbe consumare due-tre volte a settimana come le carni bianche, ed anche alcuni derivati del latte, mentre gli alimenti che bisognerebbe consumare raramente -quindi al vertice della piramide- sono i formaggi, gli affettati ed i dolci, essendo questi ultimi ricchi di grassi saturi.
Un accenno a parte merita l’acqua, che è fondamentale, anche perché il nostro corpo è costituito da una percentuale altissima di questa sostanza.

C.S. AVIS Tropea

Condividi l'articolo