Le comunali del 21 ottobre 2018 a Tropea: come si vota?

Nelle comunali del 2014 avevano votato in 4.380

Domani i cittadini tropeani dalle ore 7 alle ore 23 saranno chiamati alle urne per eleggere il sindaco e il nuovo consiglio comunale


Macrì, Cricelli, Romano e L’Andolina: chi sarà il nuovo sindaco di Tropea? Lo sapremo solo nella mattinata di lunedì 22 ottobre. I lettori di Tropeaedintorni potranno seguire gli aggiornamenti della competizione elettorale in diretta (sul nostro canale Facebook e/o sulla testata giornalistica www.tropeaedintorni.it). La campagna elettorale è terminata venerdì sera e domani i cittadini tropeani saranno chiamati alle urne per eleggere il primo cittadino e il nuovo consiglio comunale. Forza Tropea, Tropea nel cuore, Rinascita per Tropea e L’Altra Tropea: queste le quattro liste che sono state presentate ai cittadini e che si sfideranno fino all’ultima scheda in una lunga domenica, che darà alla città una nuova guida. Ma come si vota?
Nei comuni al di sotto dei 15.000 abitanti, l’elettore riceve una scheda azzurra contenente, nello stesso riquadro, a sinistra il simbolo del partito, a destra – sopra – il nominativo del candidato sindaco e – sotto – uno spazio per esprimere la preferenza a favore di un candidato al consiglio comunale appartenente alla lista del candidato sindaco. L’elettore può esprimere uno o due voti di preferenza, purché il secondo scelto sia di genere diverso.
Ogni candidato sindaco è collegato ad una sola lista. È eletto il candidato sindaco che ottiene più voti (anche se meno del 50%).
Si va al ballottaggio solo se si classificano al primo posto candidati sindaci con lo stesso numero di voti (in pratica, non succede quasi mai), e se la parità permane al ballottaggio, è eletto il più anziano (ipotesi ancora più improbabile).

L’elettore deve tenere presente quanto segue:

1) Può votare tracciando un segno sul simbolo: vale anche per il candidato sindaco;
2) può esprimere un voto di preferenza (o due nei centri fra 5 e 15mila abitanti come nelle elezioni di Tropea del 21 ottobre 2018: uno ad un uomo, l’altro ad una donna e viceversa), nello spazio della lista prescelta;
3) non è previsto il voto disgiunto: non si può votare per il candidato sindaco di una lista e un candidato di un’altra lista;
4) si può votare per il candidato sindaco tracciando un segno sul suo nominativo;
5) per non sbagliare, è opportuno tracciare un solo segno: sul simbolo o sul nominativo del candidato sindaco; eventualmente si può aggiungere la preferenza, indicandola sempre col nominativo del candidato di lista prescelto.

Condividi l'articolo
Francesco Marmorato
Francesco Marmorato
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.