Le scimmie col cappello

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

183a-scimmia

Le scimmie col cappello.

Noi adulti rimaniamo perlpessi nell’osservare nei giovani certi comportamenti, manifestati più per obbedire alle mode del momento, anziché dovuti a scelte consapevoli. Magari siamo anche svelti a giudicare, dimenticando che anche noi siamo stati ragazzi, e abbiamo “obbedito” alle mode del momento. Per un educatore, però, la sfida è grande: come trarre un risultato positivo da un comportamento strano e addirittura negativo. In una storia di Don Bosco ho trovato una risposta: saranno i loro stessi gesti a “denunciarli”; ma bisogna sapere attendere.

Per educare i suoi ragazzi all’originalità della propria persona, don Bosco raccontava:
♦  “Un venditore ambulante dell’India, attraversando una foresta: rideva vedendo le mille smorfie delle numerose scimmie. Stanco, depose il sacco pieno di berretti di cotone, ne prese uno, se lo mise in testa e si sdraiò per terra, addormentandosi.
♦  Quando si svegliò, trovò il sacco vuoto e, appollaiate intorno, molte scimmie con i suoi berretti in testa.
Come fare per riaverli?
Rincorrere le scimmie? Impresa disperata.
Attirarle con qualche frutto? Fatica inutile.
Minacciarle? Sarebbero tutte fuggite.
♥ Dopo un po’ d’inutili sforzi, il povero mercante si arrabbiò da morire e con violenza scagliò il suo berretto per terra.
♥ Ma qui sta la meraviglia: tutte le scimmie scimmiottarono quel gesto e gettarono a terra i berretti.
E allora il venditore ambulante poté ripartire con il suo sacco ancora pieno.
(fonte: L. Chiavarino).

♥♥♥ “Gli educatori sono come segretari che scrivono le lettere dettate da Gesù nei cuori dei fanciulli”.
(S. Giovanni Battista de La Salle).

la sfida è grande: come trarre un risultato positivo da un comportamento strano e addirittura negativo.
La sfida dell’educatore è grande: come trarre un risultato positivo da un comportamento strano e addirittura negativo dei ragazzi? – Leggi la storia di don Bosco.
Condividi l'articolo