Le spiagge del litorale invase da arbusti

Le piene dei torrenti si sono riversate sulla Costa degli Dei

Intervenuta tempestivamente la Guardia Costiera ha potuto constatare che il materiale depositatosi sulla spiaggia non era dovuto ad inquinamento ma al nubifragio che si era abbattuto nell’entroterra pochi giorni prima


La bomba d’acqua, che nei giorni scorsi si è abbattuta tra il Monte Poro e il comune di Zungri, ha generato la piena dei torrenti Burmaria e La Grazia, trasportando una quantità enorme di tronchi e rami che ha invaso le numerose spiagge del litorale, creando non pochi disagi agli addetti ai lavori e ai turisti. Intervenuta tempestivamente la Guardia Costiera ha potuto constatare che il materiale depositatosi sulla spiaggia non era dovuto ad inquinamento ma al nubifragio che si era abbattuto nell’entroterra pochi giorni prima. Gli operatori del settore turistico, che ha causa dell’evento hanno subito un danno, chiedono l’aiuto delle Istituzioni per riportare le spiagge, molte delle quali libere, a una condizione ottimale per poter ospitare al meglio i turisti. «Un evento eccezionale, certo – ha spiegato Giuseppe, l’assistente bagnanti di uno dei Lidi più rinomati della Costa degli Dei – ma per ripristinare la situazione è necessario un impegno eccezionale da parte di tutti, in primis da parte delle Istituzioni».

Condividi l'articolo
Francesco Marmorato
Francesco Marmorato
Docente di lettere nella scuola secondaria, collaboratore storico della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria, elenco pubblicisti.