Legame compromesso tra Rodolico e Tropeano

Il vicesindaco contesta le decisioni del primo cittadino

Certa la rottura del sodalizio tra sindaco e il vicesindaco

Come se non bastasse la Commissione d’accesso agli atti per verificare eventuali infiltrazioni mafiose, la maggioranza guidata da Giuseppe Rodolico va ora incontro ad una spaccatura clamorosa.
Oggetto del contendere la revoca dell’incarico all’avvocato Spataro in merito ad un contenzioso riguardante il vecchio ospedale, sito in Largo Ruffa.
La scintilla si sarebbe innescata in seguito alla contestazione da parte del vicesindaco, Domenico Tropeano, secondo il quale la decisione presa comporterebbe un danno erariale all’ente, oltre ad andare contro la logica della riconferma di un professionista che «ha dimostrato di difendere gli interessi dell’ente, senza perdere alcuna causa».
Già nei giorni scorsi si erano ipotizzate le dimissioni di Tropeano, indiscrezioni che potrebbero diventare realtà dopo la spaccatura, a quanto pare, insanabile.

Il sindaco di Tropea Giuseppe Rodolico, il vicesindaco Domenico Tropeano - foto Libertino
Il sindaco di Tropea Giuseppe Rodolico, il vicesindaco Domenico Tropeano – foto Libertino

Condividi l'articolo
Salvatore Libertino
Salvatore Libertino
Fotoreporter, editore e proprietario della testata Tropeaedintorni.it, è giornalista pubblicista iscritto all'albo professionale dell'Ordine dei giornalisti della Calabria nell'elenco pubblicisti.