Due arresti per furto di legname

E’ accaduto a Limbadi. Responsabili resi alla giustizia

Avevano abbattuto degli ulivi secolari, il Comune li denuncia

Il 2 gennaio 2011, alle ore 16.00 circa, a Limbadi (VV), i militari della locale Stazione Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato Mancuso Salvatore, classe ’72, di Limbadi, pluripregiudicato e Pontoriero Mercurio, classe ’67 di Joppolo, frazione Coccorino, pluripregiudicato, entrambi ritenuti responsabili tentato furto aggravato in concorso e danneggiamento aggravato in concorso.


[nggallery id=82]


I militari operanti, nel corso di un servizio perlustrativo finalizzato al controllo del territorio effettuato presso la località industriale via Caduti di Nassyria del Comune di Limbadi, appuravano che gli stessi, mediante l’ausilio di motosega nonché di trattore ed escavatore, tranciavano ed in parte sezionavano venti piante secolari di ulivo (protette da legislazione speciale), per un peso complessivo di circa 40 tonnellate di legname, di proprietà del Comune di Limbadi, verosimilmente al fine di impossessarsi e successivamente vendere legname prodotto.
I Comune di Limbadi ha presentato formale denuncia querela nei confronti dei due soggetti.
Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati tradotti presso la casa circondariale di Vibo Valentia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Condividi l'articolo