Lo stato di salute dell’informazione

Sabato Vibo Valentia premia l’informazione e la speranza.

Forum su “Lo stato di salute dell’informazione in Calabria” e i premi “Seminatore della speranza” e “Calabrese dell’anno”.

Giuseppe Soluri

Una giornata densa di eventi, riflessioni e presenze quella in programma sabato prossimo, 10 novembre, a Vibo Valentia, all’’Hotel 501 che si appresta ad ospitare il Forum, promosso dal Rotary Club-Distretto 2100, dal titolo “Lo stato di salute dell’Informazione in Calabria”.
 Dopo i saluti delle autorità locali (tra gli altri, il prefetto di Vibo Valentia, Michele di Bari, e il vescovo della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, Luigi Renzo, giornalista pubblicista) e del presidente del Rotary Club di Vibo Valentia, Ferdinando Barilaro, sarà il direttore della Federazione Nazionale della Stampa, Giancarlo Tartaglia, ad aprire i lavori, alle 10, di una tavola rotonda prestigiosa e nutrita.
Protagonisti saranno, infatti, il segretario della Fnsi, Franco Siddi, il vicesegretario della Fnsi e segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, e il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri. Mentre, a moderare il dibattito, sarà Giuseppe Sarlo, presidente della Commissione rapporti con i media del Distretto 2100 del Rotary International.
Un’occasione utile, quella di sabato, per mettere a fuoco gli aspetti emblematici del più complesso dibattito in atto sull’informazione nel Paese, per poi affrontare la questione, non meno delicata, del rapporto tra giornalisti ed editori in Calabria. E ancora: il ruolo degli uffici stampa in una regione dove gli enti pubblici stentano sempre più a riconoscere ed applicare la Legge 150 del 2000; l’attività del giornalista che fa cronaca in un’area, quella calabrese, in cui spesso lavorare significa rischiare la vita, in un “duello” sempre più teso e contorto con il potere politico.
Ci sarà spazio, naturalmente, per discutere sul ruolo dell’Ordine e del Sindacato dei giornalisti, impegnati a tutelare, ciascuno nei propri ambiti di competenza, il valore e il senso stesso di una categoria professionale che, con sacrificio, si impegna ogni giorno a raccontare la verità.
Dopo il forum la consegna dei riconoscimenti del Premio “Seminatore della Speranza”, assegnato, quest’anno, a Franco Siddi, segretario generale della Fnsi, al prefetto di Vibo Valentia Michele di Bari, al vescovo della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea Luigi Renzo e a Francesco Cavallaro, segretario generale della Cisal.
Sarà, invece, consegnato a Carlo Parisi, vicesegretario della Fnsi e segretario del Sindacato giornalisti della Calabria, il Premio “Personaggio Calabrese dell’anno”: a riceverlo, prima di lui, nel 2008 la mistica di Paravati, Natuzza Evolo.
Andrà, infine, al direttore della Fnsi, Giancarlo Tartaglia, il Premio “Rotary Vibo Valentia”.

Condividi l'articolo