Mamma, i piatti li lavo io

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

064a-Piatti

Mamma, i piatti
li lavo io.

Una tenera storia di P. Andrea Panont che spiega brevemente, ma efficacemente ciò che occorre all’uomo per essere gradito a Dio: l’amore.
———-
Dio non guarda ai risultati
che l’uomo può raggiungere,
ma all’amore che ci mette per conseguirli.

Un giorno il piccolo Alberto si accorse che la mamma era stanca, malata:
– Mamma, oggi i piatti li lavo io”.
– Non preoccuparti, tu sei piccolo”.
– Tu, mamma, sei stanca; lascia che faccia qualcosa per te.
La mamma prese atto che il bambino voleva ad ogni costo approfittare dell’occasione per dimostrarle il suo amore.
Allora il piccolo lasciò la mamma seduta nella sala da pranzo; indossò il grembiulone e con tutto l’impegno s’imbarcò in un’ operazione più grande di lui: lavare i piatti.
Cominciò l’impresa. Ogni piatto che toccava si “moltiplicava” per terra. Un sussulto, ma poi riprendeva, e i piatti si “moltiplicavano” per terra.
La mamma, nel sentire tale musica, si alzò piano piano dalla sedia. Andò, senza farsi notare, in un angolo della cucina da dove ammirare la scena. Lei non badava tanto ai piatti che si rompevano, ma era rapita dal gesto d’amore del figlio.
Commossa si avvicinò al suo piccolo e gli stampò un grosso bacio dicendogli: “Grazie, figlio mio!”

Quando Dio è contento
Essere cristiani è vita di riconoscenza per l’amore immenso in cui Dio ci immerge. Dio non ci valuta per quanto siamo capaci di fare, ma per l’amore che mettiamo in ciò che facciamo. Nulla è piccolo di ciò che si fa per amore. – Nell’amore ciò che conta è amare.
(da Il profumo delle spine di Andrea Panont OCD).

Dio non ci valuta per quanto siamo capaci di fare, ma per l'amore che mettiamo in ciò che facciamo.
Dio non ci valuta per quanto siamo capaci di fare, ma per l’amore che mettiamo in ciò che facciamo.
Condividi l'articolo