Massiccio il controllo del territorio

2 arrestati e 13 denunciati: questo è ad oggi il bilancio dei servizi

Le violazioni nei comuni di Tropea, Zungri, Spilinga, Joppolo, Rombiolo, Nicotera, Nicotera Marina, Limbadi e San Calogero

La Caserma dei Carabinieri della Compagnia di Tropea - foto Libertino
La Caserma dei Carabinieri della Compagnia di Tropea - foto Libertino

A circa dieci giorni dal primo servizio straordinario ed all’indomani dell’ultimo massiccio controllo del territorio operato dai Carabinieri nel territorio della Compagnia di Tropea tracciamo un consuntivo dei risultati raggiunti dai militari della nove Stazioni del territorio, uno dei più complessi della Calabria.
Ad operare sono stati i Carabinieri della Stazioni di Tropea, Zungri, Spilinga, Joppolo, Rombiolo, Nicotera, Nicotera Marina, Limbadi e San Calogero, coadiuvati dalla Aliquota Radiomobile della Compagnia di Tropea e da circa trenta militari della Compagnia speciale di Vibo Valentia.
2 arrestati e 13 denunciati: questo è ad oggi il bilancio dei servizi che, con cadenza variabile, proseguiranno per tutto l’anno, con l’obiettivo di assicurare una massiccia presenza di militari sulle strade che garantisca un controllo capillare del territorio e la massima assistenza al cittadino.
Gli arresti e le denuncie sono scaturiti a seguito di varie violazioni di carattere penale anche se i militari, soprattutto nell’attività di controllo della circolazione stradale, hanno dedicato la massima attenzione alla prevenzione e repressione delle fattispecie che maggiormente mettono in pericolo la sicurezza degli utenti della strada:
–         detenzione illegale di armi e munizioni;
–         guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti;
–         falso materiale commesso da privato;
–         porto abusivo di armi;
–         inosservanza dei provvedimenti emessi dall’a.g..
Non sono mancate segnalazioni alla Prefettura, Ufficio territoriale del Governo di Vibo Valentia, per detenzione di sostanze stupefacenti.

Già il 15 febbraio scorso a Zungri, nel corso di questo servizio coordinato i militari della locale stazione unitamente al personale del Nucleo Operativo Radiomobile di Tropea e della Compagnia Speciale di Vibo Valentia avevano tratto in arresto
D. C., classe 1928 di Zungri, pensionato, pluripregiudicato, e la moglie convivente
R. A., anch’ella di Zungri classe 1966, poiché ritenuti responsabili di detenzione illegale di armi e munizioni.
Nella circostanza i militari operanti, a seguito di perquisizione domiciliare avevano rinvenuto, abilmente occultati all’interno del doppio fondo dell’armadio della camera da letto ed in una coppola, un fucile calibro 16 con marca e matricola abrase, una pistola giocattolo modificata calibro 7,65, tredici cartucce  calibro 16 e trentotto proiettili calibro 7,65, il tutto sottoposto a sequestro.

Nel corso di quel servizio erano state inoltre deferite in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria le sotto elencate persone resesi responsabili delle violazioni di seguito riportate:
M.F., classe 1983 di Zaccanopoli, disoccupato, resosi responsabile del reato di guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Il soggetto, alla guida della propria autovettura, fermato dai militari operanti, presentava de visu le sintomatologie dovute all’assunzione sostanze stupefacenti, pertanto invitato a sottoporsi presso struttura sanitaria alle analisi cliniche, risultava positivo all’uso di cannabinoidi. I documenti di guida gli sono stati ritirati;
S.I., classe 1974 di Limbadi, frazione San Nicola de Legistis, nullafacente, resosi responsabile di porto ingiustificato di armi. Il soggetto, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico del genere vietato. L’arma è stata sottoposta a sequestro;
A.F., classe 1974, Kosovaro di fatto domiciliato a Joppolo, nullafacente, resosi responsabile di guida senza patente. I soggetto, è stato sorpreso alla guida dell’autovettura sprovvisto di patente di guida poiché mai conseguita;
D.C., classe 1952, di Nicotera, frazione Preitoni, operaio, poiché resosi responsabile del reato di falso materiale commesso da privato. Lo stesso veniva sorpreso alla guida della propria autovettura avente il contrassegno assicurativo palesemente contraffatto. I documenti di guida ed assicurativi sono stati sottoposti a sequestro;
L.I., classe 1976, Rumeno residente a Tropea, operaio, resosi responsabile del reato di ricettazione. Lo stesso veniva sorpreso alla guida di ciclomotore, che da successivi accertamenti risultava provento di furto avvenuto in data 15.10.2010. Il ciclomotore è stato restituito al legittimo proprietario;
M.M.V., classe 1953, di Nicotera, nullafacente, resosi responsabile del reato di inosservanza obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria. Sottoposto all’obbligo di rincasare durante tale orario, veniva sorpreso fuori dalla propria abitazione;
M.A., classe 1938, di Nicotera, nullafacente, pregiudicato, resosi responsabile del reato di violazione degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria. Lo stesso veniva notato a conversare con persona non facente parte del proprio nucleo familiare.
§Nel corso del servizio erano stati inoltre segnalate al competente Ufficio Territoriale del Governo le sottoelencate persone poiche’ resesi responsabili di detenzione modica quantità per uso personale sostanza stupefacente:
M.F., classe 1985, di Limbadi, disoccupato;
L.R.N., classe 1977, di Limbadi, frazione San Nicola De Legistis, disoccupato;
M.M., classe 1975, di Limbadi, frazione San Nicola De Legistis, disoccupato,
Tali soggetti, sottoposti a perquisizione personale, erano stati trovati in possesso di alcuni  grammi di sostanza stupefacente tipo “cannabis indica”, la quale veniva sottoposta a sequestro.
Nella giornata di ieri dalle ore 16.00 alle successive ore 22.00 circa, nei territori di Tropea, Nicotera, Zungri, Limbadi e San Calogero, ad esito del servizio coordinato i militari delle Stazioni dipendenti dalla Compagnia Carabinieri di Tropea unitamente personale della locale Aliquota Radiomobile e della Compagnia Speciale di Vibo Valentia, hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria le sottoelencate persone resesi responsabili delle violazioni di seguito riportate:
M.D., classe 1976, di Jonadi, carpentiere, resosi responsabile del reato di falso materiale commesso da privato. Lo stesso veniva sorpreso alla guida della propria autovettura con patente di guida e contrassegno assicurativo palesemente contraffatti. I documenti di guida ed assicurativi sono stati sottoposti a sequestro;
N.M., rumeno classe 1971, di Limbadi, disoccupato, resosi responsabile del reato di guida senza patente e falso materiale commesso da privato. Il soggetto veniva sorpreso alla guida della propria autovettura sprovvisto della patente di guida poiché mai conseguita e contrassegno assicurativo palesemente contraffatto. I documenti assicurativi sono stati sottoposti a sequestro;
S.S., classe 1975 di Laureana di Borrello, di fatto domiciliato a Nicotera, commerciante, poiché resosi responsabile del reato di falso materiale commesso da privato. Lo stesso veniva sorpreso alla guida della propria autovettura avente il contrassegno assicurativo palesemente contraffatto. I documenti di guida ed assicurativi sono stati sottoposti a sequestro;
P.F., classe 1967, di Ricadi, disoccupato, pregiudicato, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di p.s. con obbligo di dimora nel comune di residenza, poiché resosi responsabile del reato di inosservanza degli obblighi imposti dall’Autorità Giudiziaria;
Nel corso del servizio sono state inoltre segnalate al competente Ufficio Territoriale del governo le sotto elencate persone, resesi responsabili di detenzione modica quantità per uso personale sostanza stupefacente:
C.F., classe 1987, di San Calogero, ristoratore, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di complessivi grammi uno circa di sostanza stupefacente tipo “marijuana”, la quale veniva sottoposta sequestro;
P.N., classe 1991, di San Calogero, operaio, sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di complessivi grammi uno circa di sostanza stupefacente tipo “cannabis indica”, la quale veniva sottoposta sequestro.
Nell’ambito del servizio venivano inoltre contravvenzionate per violazione amministrativa due persone, sorprese in luogo pubblico in stato di manifesta ubriachezza:
F.P.L., rumeno classe 1989, residente a Zungri;
B.M.O., rumeno classe 1986, residente a Zungri.
Nel corso dei due servizi coordinati venivano elevate complessivamente 35 contravvenzioni al Codice della Strada e ritirati 8 documenti di guida e 7 di circolazione.

Comandante Comp. CC  Tropea

Condividi l'articolo