Morto benefattore della Umanità

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

170a-schindlerMorto benefattore della Umanità.

Ieri, 2 luglio 2015, è morto all’età di 106 anni, nel sonno e circondato dall’affetto dei suoi familiari, Sir Nicholas Winton, lo ‘Schindler’ britannico. – Il nostro giornale già si era occupato di lui in un articolo. Leggi.

Addio a Sir Winton fra il 1938 e il 1939, salvò 669 bambini ebrei destinati ai campi di concentramento e mantenne il silenzio su queste sue azioni per cinquant’anni, fino a che nel 1988 la BBC non dedicò un servizio alla sua storia.
Le immagini si riferiscono all’incontro commovente con un gruppo di superstiti 50 anni dopo.
Insieme a un piccolo gruppo di collaboratori, il giovane Winton riuscì a superare tutti gli ostacoli burocratici e portare via dalla Cecoslovacchia occupata dai nazisti i bambini, su otto diversi treni, e altri ancora da Vienna. I minori sarebbero poi stati accolti in Gran Bretagna, presso famiglie che lui stesso aveva trovato.
La data della morte coincide con l’anniversario della partenza, nel 1939, del treno con il numero maggiore di bambini, 241.
Nel 2003 venne insignito dalla Regina del titolo di baronetto.
Il mondo ha perso un grande uomo, non dobbiamo mai dimenticare la sua umanità, ha dichiarato il premier britannico David Cameron.

Sir Nicholas Winton, lo 'Schindler' britannico. - Il nostro giornale già si era occupato di lui in un articolo. Leggi. Fra il 1938 e il 1939, salvò 669 bambini ebrei destinati ai campi di concentramento e mantenne il silenzio su queste sue azioni per cinquant'anni, fino a che nel 1988 la BBC non dedicò un servizio alla sua storia.
Sir Nicholas Winton, lo ‘Schindler’ britannico fra il 1938 e il 1939, salvò 669 bambini ebrei destinati ai campi di concentramento e mantenne il silenzio su queste sue azioni per cinquant’anni, fino a che nel 1988 la BBC non dedicò un servizio alla sua storia.
Condividi l'articolo