24 giugno 2017 - Sito indipendente dal 1994


Letto
2.234 volte


La Nesci interviene sulle elezioni comunali

 La parlamentare tropeana smentisce Melania Di Bella

«Io, che sono Cinque Stelle, non appoggerò a Tropea altri candidati»

Deputato M5S Dalila Nesci

Deputato M5S Dalila Nesci


«Melania Di Bella, già candidata alla Camera nella lista M5S, sa bene che non è affatto autorizzata a parlare a nome del Movimento. Pertanto, le interviste che sgomitando ha reso alla stampa, del tutto personali, non rappresentano che il suo pensiero». Lo dice la deputata M5S Dalila Nesci che, dopo recenti dichiarazioni di soggetti che abusano del simbolo Cinque Stelle, reagisce «a scorrettezze e ambiguità che si stanno verificando all’inizio della campagna per le elezioni comunali a Tropea (Vibo Valentia), forse ordinate da pupari della vecchia politica, magari in cambio di promesse di collocamento».

«C’è troppa puzza di
bruciato, in questa
fase politica di Tropea».

La parlamentare precisa: «C’è sempre chi vuole confondere le acque per screditare il Movimento Cinque Stelle, che non è un partito. La formazione delle liste si basa sull’impegno nei singoli territori, che non si può improvvisare o fingere. Il parlamentare ha il dovere di riverberare le azioni degli attivisti a livello locale, ma non può tradire il suo mandato, né con una candidatura al Comune né sottraendosi all’attività d’aula e alle altre responsabilità del suo ruolo».

La deputata Cinque Stelle aggiunge: «C’è troppa puzza di bruciato, in questa fase politica di Tropea. Il simbolo del movimento o il nome del portavoce non si possono spendere per propri, piccoli fini. Ho sempre incoraggiato l’impegno dei giovani tropeani, attendendo indicazioni, richieste, interlocuzioni. La capolista in Calabria, oggi deputata, è talvolta invidiata da soggetti meschini e fuori dello spirito Cinque Stelle. Ciò per causa di una mentalità, ben nota, di demonizzazione personale piuttosto che di costruzione dell’alternativa con impegno e disinteresse».

Nesci conclude: «Sia chiaro, io, che sono Cinque Stelle, non appoggerò a Tropea altri candidati, ma osserverò attentamente, con la libertà e il dovere della critica, le proposte nella campagna elettorale. Da parlamentare, poi, rimarrò a disposizione delle istituzioni elette».


10 gennaio 2014


Ti potrebbe interessare anche:

Commenti chiusi.