Dodici anni di poesia nel calendario 2015

Il Calendario 2015 – 12 Anni di Poesia sarà presentato a Tropea sabato 27 dicembre 2014 ore 17,00 nella Biblioteca Comunale “Albino Lorenzo” via Orazio Fulci con una manifestazione durante la quale dall’attore Renato Albanese, o dagli stessi poeti, verranno declamate tutte le poesie inserite nell’opera.

L’esportazione della cipolla negli U.S. e la cesta di Bagnara

Un libro fa riemergere dal passato le memorie di una Tropea che non c’è più Nella prima metà del Novecento, alcune trecce di cipolla rossa di Tropea cominciarono ad essere inviate a New York, assieme ad altri prodotti locali che, da tempo, erano spediti oltre oceano per il consumo degli emigranti italiani. A fornire i […]

I motivi della regata annullata

Tropea: "Regata velica d’altura 2013"

I responsabili del Circolo velico Gianfranco Manfrida e Sabatino La Torre hanno fatto sapere perché la regata d’altura Tropea Bagnara Reggio è stata annullata, tra malcontento e diverbi tra partecipanti e Giudici.

“Terroni” di Pino Aprile

Giorno 31 ottobre a Bagnara Calabra all’iniziativa Librandosinvolo 2010 era ospite Pino Aprile per la presentazione di “Terroni”.
Un libro che, alle soglie dei festeggiamenti dell’Unità d’Italia, appare illuminante per chi ancora ricerca la verità storica sul Meridione.
Sì, perché il Sud come territorio contrapposto e subalterno al Nord nasce proprio all’indomani dell’Unità d’Italia. Infatti “il Regno delle Due Sicilie, fino al 1861, era uno dei paesi più industrializzati del mondo”. Un’Unità cercata con le armi, creata sulla carta, ma la coesione del popolo italiano non è mai avvenuta.
“Un capolavoro sinergico tra mafia, massoneria mondiale ed imprenditoria”, così ce la racconta l’Unità d’Italia Pino Aprile.

Cammino regionale di fraternità

La confraternita del “Santissimo Salvatore e di Santa Maria Maddalena degli ortolani” di Tropea ha partecipato al sesto cammino regionale di fraternità, che si è tenuto la scorsa settimana a Bagnara. All’incontro di preghiera, organizzato da un comitato costituito per l’occasione con il contributo dei priori, dei sacerdoti e delle istituzioni locali, hanno partecipato ben 58 confraternite, provenienti da tutta la Calabria, con un numero stimato di 1000 confratelli.