Papa Francesco vestito di verde

Rubrica quotidiana a cura di P. Salvatore Brugnano

Storie belle… per vivere meglio

258a-papa

Papa Francesco
vestito di verde.

E’ passata una settimana e le foto di Papa Francesco vestito di verde continuano a circolare sul web. Venerdì 16 ettembre è stato un altro dei “Venerdì della Misericordia” del Papa, in cui ha fatto visita a 12 neonati malati nel reparto di neonatologia dell’Ospedale San Giovanni di Roma e poi a 30 pazienti in fase terminale ricoverati all’Hospice “Villa Speranza”. Una misericordia sempre in azione: e le immagini raccontano più di mille parole.

Come ogni mese, anche a settembre si è compiuto l’ormai tradizionale “Venerdì della Misericordia”, le visite a sorpresa del Papa in una delle “periferie esistenziali” di Roma durante l’Anno Santo.
♦ A pochi giorni dalla canonizzazione di Madre Teresa, che ha svolto un grande servizio a favore della vita, Papa Francesco ha visitato due strutture fortemente significative.
La prima visita è stata riservata dal Papa al pronto soccorso e al reparto di neonatologia dell’Ospedale San Giovanni di Roma, dove al momento erano ricoverati 12 bambini con varie patologie neonatali. Cinque bambini (di questi, due sono gemelli) erano molto gravi e si trovavano intubati in terapia intensiva.
Al piano superiore del reparto si trova un nido dove erano ricoverati altri bambini.
Accolto con stupore dal personale, Papa Francesco, entrando nel reparto, ha dovuto come tutti mettere la mascherina e sottoporsi a tutte le precauzioni igieniche per il rispetto degli ambienti asettici. Il Santo Padre si è soffermato presso ogni incubatrice ed ha salutato i genitori presenti, dando loro conforto e coraggio.
Di seguito il Pontefice si è recato all’Hospice “Villa Speranza” dove erano ricoverati 30 pazienti in fase terminale. La struttura – che appartiene alla Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – si trova a Roma in via della Pineta Sacchetti. Al suo arrivo, i responsabili hanno dato il benvenuto al Papa, che ha desiderato salutare uno per uno nella loro stanza ogni paziente.
♦ Sorpresa fortissima da parte di tutti, pazienti e parenti, che hanno vissuto momenti di intensa commozione tra lacrime e sorrisi di gioia.
Con questo ‘Venerdì della Misericordia’ il Santo Padre ha voluto dare il segno forte dell’importanza della vita, dal suo primo istante fino alla sua fine naturale. L’accoglienza della vita e la garanzia della sua dignità in ogni momento dello sviluppo è un insegnamento più volte sottolineato da Papa Francesco, che con questa duplice visita ha impresso il sigillo concreto e tangibile di quanto fondamentale sia – per vivere la misericordia – l’attenzione alle situazioni più deboli e precarie”.
(fonte: zenit.org 16 settembre 2016).

Venerdì 16 ettembre è stato un altro dei “Venerdì della Misericordia” del Papa, in cui ha fatto visita a 12 neonati malati nel reparto di neonatologia dell’Ospedale San Giovanni di Roma e poi a 30 pazienti in fase terminale ricoverati all’Hospice “Villa Speranza”. Una misericordia sempre in azione.
Venerdì 16 settembre 2016 è stato un altro dei “Venerdì della Misericordia” del Papa, in cui ha fatto visita a 12 neonati malati nel reparto di neonatologia dell’Ospedale San Giovanni di Roma e poi a 30 pazienti in fase terminale ricoverati all’Hospice “Villa Speranza”. Una misericordia sempre in azione.
Condividi l'articolo