Parghelia, corso della Scuola Estiva

Un’ampia partecipazione di giovani e studenti

Il Mezzogiorno è l’Unità Nazionale. Mito e realtà dell’unificazione

Il tavolo dei relatori
Il tavolo dei relatori

Con un’ampia partecipazione di giovani e studenti, si è tenuto per due giorni presso la sala Consiliare del Comune il Corso della Scuola Estiva di Alta Formazione anno 2010.
L’iniziativa si inserisce nel solco di una tradizione ormai decennale, che vede la proficua collaborazione tra il prestigioso Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli di cui è coordinatore il Professore Luciano Meligrana e il Comune di Parghelia, con il Sindaco Maria Brosio e l’Assessore alla cultura Anna Sambiase.
Il corso, della durata di due giorni, è stato tenuto dalla Professoressa Rosa Maria Delli Quadri, docente presso l’Università degli Studi “ L’Orientale” di Napoli e laureata in Lettere Moderne presso la stessa università con una tesi dal titolo ”L’Europa e il Mediterraneo: diplomatici e viaggiatori Inglesi nel Mezzogiorno tra il 1815 e il 1840”.
Il tema di quest’anno è di stretta attualità ed infatti, gli oltre novanta ragazzi che hanno seguito il Corso con attenzione e curiosità, hanno sentito discutere su: “Il Mezzogiorno è l’Unità Nazionale. Mito e realtà dell’unificazione. Gli  intellettuali meridionali nel processo risorgimentale”. L’argomento sull’Unità d’Italia e sul ruolo che hanno avuto gli intellettuali meridionali è stato scelto anche in previsione delle attività che si svolgeranno per iniziativa del Comune il prossimo anno in occasione della ricorrenza del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’ Italia.
Dopo i saluti del Sindaco  che ha ringraziato coloro che hanno collaborato per la realizzazione del corso, i presenti e l’Istituto italiano per gli studi filosofici che onora la città con la sua presenza, il professore Luciano Meligrana ha ricordato che questo corso si tiene per il decimo anno consecutivo, nel corso dei quali ha affrontato diverse tematiche quali: la storia del turismo, l’ambiente ed il territorio, il Settecento illuminista, la difesa della Costituzione ed altri argomenti sempre di stretta attualità.
“Sul tema dell’Unità nazionale, siamo continuamente sollecitati alla politica attuale”, ha detto il coordinatore dell’Istituto.
L’assessore alla cultura Anna Sambiase, ha ricordato la figura dell’eroe garibaldino cui la città ha dato i natali: il colonnello Antonino Pietropaolo, definito un “cooperatore del Risorgimento italiano” la cui figura l’anno prossimo sarà adeguatamente ricordata nell’ambito dei festeggiamenti per l’Unità d’Italia.
La docente Rosa Maria Delli Quadri, nell’introdurre la propria relazione ha anzitutto ricordato che, fino a qualche anno fa si discuteva spesso di Europa, ora l’attenzione si è spostata sul Mediterraneo e su tutto ciò che in esso ruota.
“La storia del Mediterraneo è molto complessa, ma non è la storia d’Italia o solo d’Europa. La storia del Mediterraneo è qualcosa di più” Un luogo dove si è sviluppata da sempre la storia. E nell’ambito di questa storia, diventa importante chiedersi cos’è stato il Risorgimento italiano e che ruolo ha abbia avuto il sud Italia nella costruzione della nazione, un sentimento che non è innato in un popolo, ma che va costruito nel tempo”.
Al termine dei lavori,  è stato rilasciato un attestato. Molti gli interventi e le domande degli studenti che, stimolati dall’attualità dell’argomento, si sono chiesti quanta strada debba ancora percorrersi per realizzare l’Unità Nazionale.

Condividi l'articolo
Redazione
Redazione
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 – 89861 Tropea (VV)