Pasquale Lorenzo, simbolo della tropeanità

L’autore fa rivivere la città povera ma bella del secondo dopoguerra

Il suo libro sarà presentato a Tropea, giovedì 27 luglio, e in diretta streaming su Facebook tropeaedintorni a partire dalle ore 21:30

Pasquale Lorenzo è il simbolo della tropeanità. Il suo libro, I figli della terra, Meligrana editore, che sarà presentato a Piazza Ercole, giovedì 27 luglio, alle ore 21:30, rivela la filosofia tropeana della vita; non a caso Tropea è la città di Pasquale Galluppi, filosofo e pedagogo.
L’autore fa rivivere la città povera ma bella del secondo dopoguerra. L’intervista che il giornalista Carlo Mazzarella fa al padre di Pasquale, il pittore Albino Lorenzo, nel 1964, contribuisce in modo significativo a cambiare il destino di una città della Calabria allora semisconosciuta. Arriva Herr Billing, il tedesco che costruisce un albergo per turisti teutonici che si innamorano delle bellezze naturali della perla del Tirreno. I colori della città cominciano a mutare: ll giallo-limone e l’arancio degli orti sono sostituiti dalla policromia artificiale delle costruzioni: la modernità degli operatori turistici prende il posto dell’arcaico mondo dei caprai e degli asinai i cui figli diventano imprenditori.
Le straniere in minigonna fanno sparire i veli con cui le anziane donne si coprivano i capelli prima di entrare nelle chiese e nei conventi tropeani. La serata rientra nei giovedì letterari voluti dall’assesore alla cultura Sandro D’Agostino e dall’associazione Tropea Eventi guidata da Francesco Monteleone. L’autore sarà intervistato dal prof. Massimo Pietropaolo. Diretta streaming da Piazza Ercole su Facebook tropeaedintorni a partire dalle ore 21:30.

Condividi l'articolo
Redazione
Redazione
Tropeaedintorni.it nasce come sito web indipendente nel 1994 e, dal 6 dicembre 2007, diventa Testata giornalistica (reg. n° 5 presso il Tribunale di Vibo Valentia). Redazione e amministrazione via Degli Orti n° 15 – 89861 Tropea (VV)