“Passione Tropea” presenta la lista

Repice è il candidato a sindaco

PD e PubblicaMente le anime della lista

C.S. Repice Adolfo
Tropea 01.07.43
Indipendente
01 Rodolico Giuseppe
San Ferdinando 26.12.54
Partito Democratico
02

Accorinti Daniela
Vibo Valentia 21.03.70
PubblicaMente
03 Arena Francescantonio detto Francesco
Tropea 19.10.73
PubblicaMente
04 Barini Walter
Catanzaro 30.10.68
PubblicaMente
05 Ceraso Paolo Antonio
Vibo Valentia 31.03.62
Indipendente
06 D’Agostino Sandro
Tropea 30.05.79
Partito Democratico
07 De Vita Giuseppe
Tropea 07.10.61
Mapatucodei
08 De Vincentiis Sergio
Tropea 19.06.51
Partito Democratico
09 Frezza Pasquale
Vibo Valentia 23.02.72
Partito Democratico
10 Lorenzo Romana
Tropea 07.09.76
Partito Democratico
11 Padula Libero
Tropea 05.12.76
PubblicaMente
12 Piserà Antonio
Tropea 12.05.76
Partito Democratico
13 Pontorieri Francesco detto Franco
Tropea 13.05.44
Indipendente
14 Sicari Carmine
Tropea 08.05.1972
UdC
15 Simonelli Antonio detto Tonino
Tropea 05.09.62
Calabresi Autonomisti Liberi
16 Valeri Antonino detto Nino
Briatico 15.01.51
UdC

Gestione rifiuti: La gestione dei rifiuti è una priorità ambientale e di salute pubblica che deve essere risolta. Deve finire l’incubo dei cittadini di essere sommersi dall’immondizia e deve finire lo scempio dei cassonetti stracolmi e delle strade imbrattate e ingombrate da ogni genere di rifiuti. Inoltre va incoraggiata e sostenuta la raccolta differenziata. La tutela dell’ambiente è un’esigenza primaria e improcrastinabile che deve essere fatta propria da ogni singolo con il necessario senso civico e dall’amministrazione. La raccolta differenziata va articolata attraverso tre fasi: 1. informazione capillare per rendere più funzionale il servizio; 2. raccolta porta a porta: la raccolta avverrà presso l’abitazione del cittadino al quale verranno consegnati appositi sacchetti. Verranno installati in appositi spazi un numero sufficiente di contenitori per gli appositi rifiuti; 3. controlli accurati per il rispetto delle norme vigenti.
Modifica del regolamento sulla tariffa dei rifiuti. Più si ricicla meno si paga.
Viabilità: rifacimento del manto stradale dell’intera rete viaria, dando precedenza alle zone maggiormente trafficate ed al lungo mare. La manutenzione delle strade verrà affidata ad una ditta che avrà l’obbligo di accollarsi tutte le spese per eventuali danni derivanti da una manutenzione non idonea.
Parcheggi: realizzazione di un parcheggio sotterraneo in via stazione, capace di contenere centinaia di autovetture, concedendo ai cittadini anche la possibilità di locazione di posti auto. Sopra il parcheggio, sul piano strada, sarà realizzata un’area verde indispensabile in una cittadina in cui allo stato attuale non esistono neanche aiuole.
Valorizzazione e rivitalizzazione del centro storico: la limitazione del transito nel centro storico insieme ad altri fattori ha di fatto prodotto la chiusura di molte attività commerciali, con un enorme danno per l’economia e per i cittadini ivi residenti che vengono privati di servizi anche di prima necessità. Da qui la necessità di rivitalizzare il centro storico con varie iniziative, come lo spostamento del mercato e una nuova politica delle licenze commerciali.
Riqualificazione urbana: è impellente anche l’esigenza di riqualificare molti quartieri della città, ridando loro decoro, con particolare cura alla ristrutturazione dei palazzi in modo omogeneo e con l’inserimento di aree di verde.
Efficienza della macchina comunale: criteri di meritocrazie ed incentivazione della produttività. Riorganizzazione degli uffici con valorizzazione delle professionalità e creazione anche di nuove professionalità idonee alle specifiche esigenze del territorio. Intensificazione dell’attività di formazione del personale dell’ente.
Creare il sistema della carta di identità elettronica per far si che ogni cittadino possa usufruire via web di tutti i servizi erogati dal comune.
Legalità: ristrutturare le burocrazie adottando un’organizzazione ed adottando atti che rispettino in pieno i protocolli di legalità e trasparenza fissati dagli uffici territoriali di governo.
Ospedale: Riqualificazione dell’Ospedale Cittadino e potenziamento del pronto soccorso.
Cimitero comunale: analisi e rilievo della situazione attuale di cappelle e loculi esistenti. Realizzazione, se necessario, di nuovi loculi. Regolamento cimiteriale con individuazione delle prestazioni e delle tariffe.
Politiche sociali: 1. Dare sostegno concreto alle famiglie più disagiate anche attraverso l’inserimento in idonei percorsi lavorativi; 2. creazione di una struttura di supporto per le famiglie ed agli studenti per favorire il recupero extrascolastico. Sostegno agli anziani con idonea assistenza domiciliare e coinvolgimento in attività socialmente utili. Creazione di cooperative per agevolare il lavoro giovanile. Creazione di centri di aggregazione per anziani e per giovani. Creazione di centri polifunzionali per le attività ricreative.
Scuole: messa in sicurezza delle scuole; affidamento e gestione delle strutture sportive scolastiche ad associazioni o privati negli orari extrascolastici. Potenziare asili nido e scuole materne offrendo servizi e professionalità idonee. Nella società moderna in cui entrambi i genitori lavorano è fondamentale che l’amministrazione offra ausilio alle famiglie, garantendo sicurezza e garanzia.
Valorizzare a fine formativo i vari enti che operano nel territorio. Prestare particolare attenzione ai problemi dei bambini diversamente abili. Istituzione di corsi finanziati dal fondo sociale europeo per settori di particolare importanza quali lingue, informatica, oltre che nel settore dell’alfabetizzazione ed integrazione degli stranieri che risiedono nella città e che oramai costituiscono una risorsa indispensabile.
Incrementare gli eventi culturali per le scuole per rendere gli studenti competitivi a livello nazionale. La cultura della città ha assoluta necessità di riacquistare una migliore articolazione, pluralità di proposte e di interventi e soprattutto una programmazione che nasca dal confronto di idee, da suggerimenti e stimoli diversi con la creazione della commissione Cultura e delle Associazioni. Concertazione dell’attività culturale da svolgere coinvolgendo scuole, gruppi, circoli e associazioni. Incentivare l’attività culturale tra i giovani in modo da coinvolgerli mediante istituzione di premi e attestazioni.
Realizzare nuovi cartelli segnaletici e di tabelle con notizie complete relative ai luoghi, edifici, servizi e avvenimenti di rilevanza artistica, storico – culturale e paesaggistica.
Istituzione della figura del consigliere del quartiere il quale ha il compito di portare all’attenzione dell’amministrazione le istanze e le esigenze dello specifico quartiere.
Amministrazione garante per mutui alle giovani coppie.
Controllo del territorio per prevenire e controllare episodi di delinquenza con adeguati turni della Polizia Municipale.

Sport: lo sport ha una importantissima funzione sociale e formativa. Attraverso le attività sportive i ragazzi occupano le ore di svago in modo salutare e spendono le proprie energie in modo sano e positivo.
Biblioteca comunale: facilitare ed incrementare l’utilizzo della biblioteca comunale, incremento dei volumi con migliore possibilità di consultazione e creazione di postazioni internet. Creare una collaborazione tra scuole e biblioteca comunale con gare di lettura e ricerca.
Creazione di una sala cinema da sfruttare anche per iniziative culturali di vario genere, anche musicali.
Verde pubblico: creazione di apposite aree di verde da attrezzarsi con dotazione per la sosta delle persone e con dotazione per l’intrattenimento dei bambini.
Rifacimento della p.zza Vittorio Veneto .
Realizzazione di un’adeguata rete di illuminotecnica.
Sistemazione dell’arredo urbano.
Censimento del patrimonio immobiliare dell’amministrazione comunale e sfruttandolo anche ove idoneo, a fini turistico – ricettivi e creando nuovi posti di lavoro.
Sistemazione definitiva e censimento del sistema idrico.
Sistemazione definitiva e censimento del sistema fognante e di depurazione (i depuratori che fine fanno????)
Realizzazione di impianti fotovoltaici sulle strutture comunali per perseguire l’autonomia dei consumi energetici per ridurre la spesa e per una scelta ecologista.
Animali: campagna di sensibilizzazione della cittadinanza ed in particolare dei bambini nei confronti degli animali. Campagna di sensibilizzazione per la sterilizzazione degli animali, lotta al randagismo e creazione di una struttura comunale per il ricovero degli animali abbandonati con il precipuo scopo di tutela degli animali che non può essere messo in discussione in una società civile.
Lavoro e sviluppo economico: Creazione di cooperative di lavoro per far entrare i giovani nel mondo del lavoro.
Auto-imprenditorialità: apertura di uno sportello di consulenza atto a informare, favorire e concretizzare le nuove idee imprenditoriali.
Project Financing: strumento sempre più utilizzato per la realizzazione di opere pubbliche e che prevede la sinergia tra l’amministrazione pubblica e l’imprenditoria privata.
Turismo e Commercio: nuovo piano affinché venga garantito per 365 giorni all’anno il servizio per turisti e residenti, quali ristoranti, bar, ecc.
Per incrementare il turismo e la sua qualità occorre agire su più fronti. Puntare non solo sulle risorse naturali , che indubbiamente costituiscono il motore dell’economia del territorio, ma anche sul turismo culturale. Infatti non solo Tropea ha un centro storico di indiscussa importanza, ma la Calabria in generale costituisce un luogo di vacanza ideale per il turismo attento alla storia.
Area mercatale: realizzazione di un’area mercatale la quale potrà essere utilizzata anche come struttura polifunzionale a servizio della città. Ad esempio come area fieristica per la promozione dei prodotti tipici locali e la promozione delle aziende produttrici; come area per spettacoli musicali e per eventi vari.
Occorre incrementare i servizi di trasporto in modo che raggiungere la città divenga facile ed economico.
Occorre creare e valorizzare strutture di supporto all’attività turistico – ricettiva.
Occorre sfruttare le favorevoli condizioni climatiche in periodi dell’anno di minore afflusso turistico sottoscrivendo convenzioni con centri anziani del nord Italia ed esteri.
Occorre sviluppare l’attività congressualistica.
Urbanistica: Si impone il nuovo piano regolatore. E’ auspicabile che esso sia fatto in consorzio con gli altri comuni limitrofi per un migliore sviluppo del territorio. E’ essenziale inoltre che gli interventi edilizi siano in linea con i principi delle norme ambientali.
Creazione dello sportello unico dell’urbanistica per dare ausilio e risposte in tempi brevi ai cittadini, anche per ridurre il rischio di abusi.

Condividi l'articolo